SARA CAPOFERRI / Palazzolo, scomparsa dopo una serata con amici: nessuna notizia della madre 37enne (Oggi, 24 febbraio 2017)

- La Redazione

Sara Capoferri, ultime news: scomparsa una donna 37enne di Palazzolo. Martedì sera l’ultima serata con gli amici, poi nessuna notizia. Ansia presso la famiglia.

saracapoferri
Sara Capoferri

Cresce l’ansia in seguito alla scomparsa di Sara Capoferri, 37enne di Palazzolo sull’Oglio (Brescia) e madre di una ragazza di 16 anni. Della donna non si avrebbero più notizie dallo scorso martedì sera, dopo una serata trascorsa con alcuni amici. A raccontare la vicenda è oggi il sito Today.it, che ha ricostruito l’ultima serata in cui Sara Capoferri è stata vista. Era lo scorso martedì 21 febbraio quando la 37enne ha trascorso la serata con alcuni amici. Intorno alle 22:30 sarebbe uscita di casa, ed avrebbe raggiunto insieme ad un amico il resto della comitiva, trascorrendo insieme l’intera serata in diversi locali della Franciacorta. In paese avrebbe fatto ritorno solo alle 2 di notte, quando sarebbe stata vista per l’ultima volta, per poi allontanarsi a bordo della sua auto, una Nissan Micra color argento. Agli amici avrebbe detto di voler restare un po’ da sola. Di lei, da allora, più nessuna traccia. Al momento della scomparsa Sara Capoferri indossava un vestito scuro, un piumino nero e stivali color beige. Dopo averla attesa anche per l’intera giornata di mercoledì, la famiglia della 37enne scomparsa, pur rispettando il suo desiderio rivelato agli amici, ha sporto denuncia ai Carabinieri. La sera in cui ha deciso di allontanarsi, sarebbe stata seguita per un tratto di strada da un amico preoccupato, fino a Rovato, località Bargnana. Poi l’uomo l’avrebbe persa di vista e da quel momento nessuna sarebbe riuscito a contattarla. Sara Capoferri è originaria di Sarnico (Bergamo) ma da tempo abitava in Via Bornico, frazione di San Pancrazio a Palazzolo. A distanza di tre giorni dalla sua misteriosa sparizione, è tanta la preoccupazione dell’intero paese e per tale ragione la sua foto è stata diffusa su molte pagine Facebook e siti locali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori