TERREMOTO/ Video: il centro Italia è ancora un cumulo di macerie abbandonato a se stesso

- La Redazione

Terremoto Amatrice, video: il centro Italia è ancora un cumulo di macerie. La denuncia di un giornale locale: la ricostruzione non è iniziata nonostante le promesse (oggi, 24 febbraio 2017)

terremoto_sismografoR439
Terremoto oggi e Meteo (immagine d'archivio)

Secondo quanto diffuso da un video girato da Francesco Patacchiola per Rieti Life, un sito locale, le zone colpite dal terremoto quest’estate sono ancora completamente ditrutte e abbandonate a loro stesso. In questo video si vede Amatrice ancora completamente sommersa dalle macerie, nonostante – si denuncia del video – siano state fatte varie promesse di ricostruzione alla popolazione. Numerosi milioni sono stati stanziati e varie raccolte fondi sono state istituite ma, per adesso, di iniziative materiali ancora non se ne vede l’ombra. “Oggi Errani (commissario alla Ricostruzione, Ndr) sembra presissimo dalle vicende interne del Pd: fa trepidare i suoi fan nell’attesa della scelta di schieramento che annuncerà nella sua sezione di partito. Incredibile che si ponga questi problemi un personaggio in un ruolo istituzionale così delicato ed emergenziale: Errani evidentemente non è all’altezza dell’incarico assegnatogli”, si legge nella descrizione del video.

Amatrice è stata completamente rasa al suolo dal terremoto che ha devastato il centro Italia la scorsa estate. Con un epicentro vicino Norcia, che però è rimasta in piedi perché le sue costruzioni sono state fatte seguendo delle rigorose norme antisismiche. La prima scossa è avvenuta in orario notturno, cosa che non ha permesso a molte persone di salvarsi perché stavano dormendo, mentre la seconda è arrivata intorno alle 4.30 del mattino. Il terremoto è stato percepito in tutta l’Italia centrale, e anche nei giorni successivi la terra ha continuato a tremare. In seguito al tragico evento molte persone si sono mobilitate per portare solidarietà e cercare di fare qualcosa per le terre devastate ma, a giudicare da questo video, per adesso nulla di concreto è stato ancora fatto. Che questo documentario riesca a smuovere in qualche modo la situazione?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori