MADONNA DI MEDJUGORJE / Messaggio del 25 febbraio 2017: fede e perseveranza per affrontare le difficoltà della vita

- La Redazione

Madonna di Medjugorje, l’apparizione mariana del 25 febbraio 2017: attesa per il nuovo messaggio di oggi, le parole della madre di Gesù e le ultime apparizioni del 25 gennaio e 2 febbraio

Madonna_439x302
Madonna

Puntuale il messaggio della Madonna di Medjugorje, che tramite la devota e veggente Mirjana Dragicevic, ha parlato di grazia e conversione alla comunità cattolica e cristiana. Il pensiero mariano si dirige verso il rafforzamento della fede, possibile anche grazie alle tempeste della vita, che spesso mettono a dura prova la speranza nella vita eterna. Non deve essere così, ci ricorda la Madonna di Medjugorje nella sua ultima apparizione, ma è possibile rafforzare la propria fede proprio pregando l’Altissimo e Onnipotente, affinché aiuti i fedeli a sostenere le difficoltà quotidiane. Il lavoro da fare è quindi su se stessi, entrando in contatto con quella grazia che Dio ha donato proprio per manifestare perseveranza e fiducia. Di seguito il nuovo messaggio: “Cari figli! Oggi vi invito a vivere profondamente la vostra fede e a pregare l’Altissimo affinché la rafforzi, cosicché i venti e le tempeste non possano spezzarla. Le radici della vostra fede siano la preghiera e la speranza nella vita eterna. Già adesso, figlioli, lavorate su voi stessi, in questo tempo di grazia nel quale Dio vi dona la grazia affinché attraverso la rinuncia e la chiamata alla conversione siate uomini dalla fede e dalla speranza limpide e perseveranti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Continuano le apparizioni della Madonna di Medjugorje, che dopo quella del 25 gennaio 2017, dovrebbe tornare oggi a fornire il suo messaggio a Mirjana Dragicevic, una delle veggenti del paesino. Oggi, 25 febbraio 2017, potrebbe verificarsi una nuova apparizione e, quindi, potrebbe essere recapitato un altro messaggio importante per i fedeli. Cosa dirà nella prossima apparizione la madre di Gesù? Intanto fa discutere la decisione di Papa Francesco di inviare un commissario a Medjugorje, il quale però non entrerà nel merito delle apparizione mariane, che sono una questione dottrinale di competenza della Congregazione per la Dottrina della Fede. C’è grande attesa comunque per i prossimi messaggi rivolti a tutta l’umanità, attraverso le veggenti del paesino slavo. In attesa di conoscere il nuovo messaggio, ricordiamo cosa ha riferito la Madonna di Medjugorje nell’ultimo messaggio pubblico del 25 gennaio scorso.

La Madonna di Medjugorje è apparsa il 2 febbraio 2017 per dare un nuovo messaggio ai fedeli cristiani che cercano quotidianamente la presenza di suo Figlio nella loro vita, provando a vivere con lui, pregando e sacrificandosi. Queste persone sono la speranza di un mondo inquieto, i raggi di luce di suo Figlio, gli apostoli dell’amore. «Mio Figlio è con voi. Egli è con coloro che pensano a lui, che pregano» ha detto la Madre di Gesù nell’apparizione a Mirjana Dragicevic, una delle veggenti del paesino slavo. «Allo stesso modo, però, egli aspetta pazientemente quelli che non lo conoscono. Perciò voi, apostoli del mio amore, pregate col cuore e mostrate con le opere l’amore di mio Figlio. Questa – prosegue il messaggio della Madonna di Medjugorje è l’unica speranza per voi, ed anche la sola via verso la vita eterna. Io, come Madre, io sono qui con voi. Le vostre preghiere rivolte a me sono per me le più belle rose d’amore. Non posso non essere là dove sento profumo di rose. C’è speranza! Vi ringrazio». Il 25 gennaio, invece, la Madonna di Medjugorje ha invitato i fedeli a pregare per la pace: «Satana è forte e vuole farvi rivoltare tutti contro Dio, riportarvi su tutto ciò che è umano e distruggere nei cuori tutti i sentimenti verso Dio e le cose di Dio». Bisogna, dunque, lottare contro materialismo, modernismo ed egoismo. «Figlioli, decidetevi per la santità ed io, con mio Figlio Gesù, intercedo per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata» conclude il messaggio del 25 gennaio della Madre di Gesù.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori