TERZA GUERRA MONDIALE/ Trump attacca, Mosca risponde:”Usa aumenta spese militari? Pure noi!”

- La Redazione

Terza guerra mondiale: Trump annuncia l’aumento delle spese militari per 54 miliardi di euro, ma la Russia fa sapere che non resterà a guardare. La pace del Pianeta è in bilico?

donaldtrump_zoom2R439
Donald Trump (Foto:Lapresse)

Negli ultimi tempi abbiamo sentito parlare di una Terza Guerra Mondiale “a pezzi”, come spesso la definisce Papa Francesco, consapevole che tutto il Pianeta è impegnato, su diversi fronti, in più conflitti. La pace, dunque, sembra essere un’utopia, specialmente alla luce delle ultime mosse di Usa e Russia: decisioni che rischiano di diventare i primi focolai di una tensione palpabile che potrebbe sfociare quanto meno in una nuova Guerra Fredda, se non ad una vera e propria Terza Guerra Mondiale. Ma facciamo un po’ d’ordine: a cosa ci riferiamo? Donald Trump, nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, ieri durante un incontro con i governatori del Paese ha annunciato un “aumento storico” del budget per la difesa militare. Nella bozza di budget inviata alle agenzie federali dalla Casa Bianca si parla nello specifico della bellezza di 54 miliardi di dollari, per un aumento della spesa a bilancio pari al 9%. Questa direttiva segue le intenzioni professate da Trump in una recente intervista alla Reuters, nella quale, a proposito del riarmo nucleare, The Donald spiega:”Sarebbe fantastico che nessuno avesse armi nucleari, ma se gli altri Paesi le hanno gli Usa devono essere in vantaggio”. Ovviamente, nel delicao gioco di equilibri tra super-potenze, la Russia non poteva restare a guardare. E per questo motivo da Mosca hanno fatto in modo che a Washington giungesse una replica a tono con le ultime uscite di Trump. Intervistato dalla Interfax, Leonid Slutsky, presidente della Commissione Esteri della Duma (il parlamento russo, ndr), ha avvisato che “sia il nostro ministero degli Esteri sia noi siamo pronti a rispondere”. Gli ha fatto coro il vice ministro degli Esteri russo Serghei Ryabkov:  “Consideriamo queste dichiarazioni come un dato di fatto. Non sono state una sorpresa per noi, si inseriscono nel quadro politico che i rappresentanti dell’amministrazione e la guida della nuova amministrazione degli Stati Uniti ha richiamato in questo settore”. Cosa ne penserà chi scriveva dell’amore tra Trump e Putin durante la campagna per le Elezioni Usa 2016? Qualcuno dirà che si tratta soltanto di scaramucce di facciata: la speranza, al fine di evitare una Terza Guerra Mondiale, è che abbia ragione. (Dario D’Angelo)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori