PAOLO TIZZANINI / Facebook, richiesta di amicizia e poi ricatto: il messaggio bufala online (Oggi, 7 febbraio 2017)

Paolo Tizzanini su Facebook, prima la richiesta di amicizia e poi il ricatto: il messaggio bufala che circola online. Ultime notizie oggi, 7 febbraio 2017

07.02.2017 - La Redazione
facebookwhatsapp
WhatsApp e Facebook

Sta girando su Facebook un messaggio che mette in guardia da un certo Paolo Tizzanini: il contatto chiederebbe l’amicizia per poi far partire un ricatto online. Ma il sito Bufale.net solleva dubbi su questo messaggio: “Ragazzi fate attenzione c’è un tizio che gira su Facebook , un certo Paolo Tizzanini che ti chiede l’amicizia e poi non so come ti registra tramite web e fa un fotomontaggio per ricattarvi. Fate copia e incolla di questo messaggio a tutti i vostri amici.……………..a tutti i miei amici chiedo cortesemente di fare il copia incolla di questo bastardo chiede amicizia a donne eppoi fa montaggi per ricattare. Vi prego segnalatelo”. Il sito sottolinea infatti che esistono su Facebook quattro Paolo Tizzanini ed un Tizzanini Paolo nell’elenco dei contatti reperibili, tra i quali un noto ristoratore, lo chef dell’Osteria dell’Acquolina a Terranuova Bracciolini, in provincia di Arezzo. Ma soprattutto chiarisce che questo tipo di scam, cioè di truffa attuata attraverso i nuovi mezzi di comunicazione, non può concretizzarsi con una semplice richiesta di amicizia. Questo tipo di scam si effettuerebbe nel caso in cui un truffatore riuscisse non solo a chiedere l’amicizia su Facebook ma materialmente a contattare il truffato e a fagli richieste.

Il messaggio che gira su Facebook relativo a un presunto Paolo Tizzanini autore di truffe online potrebbe essere uno scam. Ma il sito Bufale.net sottolinea che ci dovrebbe essere una richiesta affinché si possa parlare di ricatto. I principali filoni dello Scam 419, spiega il sito, prevedono infatti tre ipotesi: 1. Il truffatore si finge un principe in esilio o altro notabile in fuga che chiede somme di denaro allo scopo di rientrare in possesso della sua grande fortuna economica persa col suo status: inutile dire che il truffatore chiederà al truffato somme di denaro sempre più ingenti per poi scomparire 2. Il truffatore si finge una persona debole e sfortunata (una vedova, una donna sola e poverissima, uno studente bisognoso) e chiede denaro per provvedere alle sue esigenze. Anche in questo caso ottenuto denaro scomparirà 3. Il truffatore, usando filmati e foto preregistrati, si finge una donna procace, piacente e particolarmente disinibita che propone sessioni erotiche mediante Skype, Messenger o altri mezzi in grado di trasferire audiovideo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori