PAMELA CANZONIERI / News, strangolata in Brasile: la salma ancora in obitorio (Oggi, 9 febbraio 2017)

Pamela Canzonieri, ultime news: la rabbia della famiglia della giovane donna strangolata in Brasile. Secondo il padre l’assassino non ha agito da solo.

09.02.2017 - La Redazione
pamelacanzonieri
Pamela Canzonieri

Si riaccendono i riflettori sull’omicidio di Pamela Canzonieri, la giovane donna 39enne strangolata lo scorso novembre in Brasile. Nelle passate settimane era stato avanzato il problema legato alla salma della vittima, ancora in obitorio a Ragusa. Come rivela Tgs, a causa di un cavillo burocratico non è stato ancora possibile dare alla giovane una degna sepoltura. L’autorità giudiziaria brasiliana, infatti, ad oggi non ha ancora trasmesso il nullaosta per la nuova autopsia che dovrà essere eseguita dal medico legale Giuseppe Iuvara, incaricato ormai da diverse settimane. L’esame autoptico compiuto in Brasile aveva confermato la morte per asfissia dovuta a strangolamento ma la procura di Ragusa aveva comunque aperto un’inchiesta. Lo stesso assassino, pur confessando il delitto di Pamela Canzonieri dopo essersi rifiutata di dargli un bacio, non ha potuto aggiungere altro in quanto ha sempre dichiarato di non ricordare tutti i dettagli dell’aggressione. Oggi, il padre della povera vittima, intervenuto ai microfoni di TgCom24 ha fatto un appello disperato affinché possa essere fatta giustizia sulla morte atroce della figlia.

A quasi tre mesi dall’omicidio di Pamela Canzonieri, la giovane 39enne originaria di Ragusa ma trovata senza vita in Brasile, dove lavorava, nella notte tra il 17 ed il 18 novembre scorso, l’unica versione emersa sembra non convincere affatto i familiari della vittima. Secondo la polizia brasiliana, Pamela fu strangolata da Patricio Dos Santos, ora in carcere, dopo che la donna lo aveva rifiutato. Una tesi che tuttavia stenta a convincere a pieno il papà della 39enne, secondo il quale l’assassino non avrebbe agito da solo. Ad occuparsi del giallo di Pamela Canzonieri è stato TgCom24. Ai microfoni del portale, è intervenuto telefonicamente il padre chiedendo ancora una volta che venga fatta giustizia sulla morte dell’amata figlia. Un appello disperato che giunge dopo tre lunghi mesi di silenzio. Oggi, è sempre il padre di Pamela a porre dei dubbi sull’assassino della 39enne strangolata in Brasile. E’ possibile che Patricio Dos Santos abbia agito da solo? “L’omicida di mia figlia era un uomo scattante, atletico addirittura, anche se era piccolino di statura”, ha commentato l’uomo. Ciò che però fa oggi arrabbiare la famiglia della vittima, oltre alla mancanza di una verità sul suo delitto, è la questione legata alla restituzione del corpo. La salma di Pamela Canzonieri, infatti, da due mesi sarebbe ancora presso l’obitorio di Ragusa in attesa che venga compiuta l’autopsia. La procura della città di origine della giovane donna uccisa, in questi giorni ha trasmesso alla procura di Roma l’intero fascicolo sul caso di omicidio. Le indagini, tuttavia, dopo l’arresto del presunto assassino sarebbero giunte ad una inattesa battuta di arresto ed anche per questo motivo la famiglia Canzonieri ha avanzato un appello rivolto anche alle autorità, affinché possa essere fatta luce sulla morte della giovane donna. “Non sappiamo niente, c’è il disinteressamento di tutti, di tutte le istituzioni, abbiamo bisogno di aiuto”, ha asserito l’uomo, in attesa di una svolta attorno alla vicenda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori