CONTRO IL PARCO CRISTIANO/ Cina, le proteste: “sostituite le croci con stelle rosse!”

- La Redazione

Chiesa e parco cristiano in Cina, scoppiano le proteste nella provincia di Mao Zedong: “sostituite le croci con stelle rosse” (Ultime notizie, oggi 1 marzo 2017)

cina_xijinpingR439
Xi Jinping (Foto LaPresse)

E’ polemica in Cina per il parco con croci cristiane che è stato autorizzato intorno a una chiesa nel capoluogo dell’Hunan, a Changsha, vicino al luogo di nascita di Mao Zedong, meta di migliaia di pellegrini. I due siti si trovano a un’ora di treno l’uno dall’altro e molti cinesi, sui social network, sono insorti contro la decisione, contestando il fatto che si tratti di un’ “invasione culturale”. Come riportato da Il Fatto Quotidiano le proteste sono nate negli ambienti neo-maoisti: la richiesta è che le croci siano sostituite con stelle rosse. Il parco cristiano è un complesso da 150mila metri quadrati e sorge attorno a una chiesa la cui struttura è ispirata all’Arca di Noè. In particolare le denunce contro la costruzione del parco cristiano sono comparse sul sito Utopia, una delle comunità più attive della sinistra cinese.
Negli ultimi anni il presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping ha sottolineato la necessità di arginare la diffusione dei valori occidentali in Cina perché percepiti come strumento di forze che mirano a destabilizzare il Paese. Per quanto riguarda la Chiesa e il parco cristiano c’è anche chi ha chiesto di abbattere il sito di Changsha, come quando nel 2013, con una campagna anti-cristiana furono distrutte 12mila croci e varie Chiese nella provincia dello Zhejiang. In realtà ufficialmente il Cristianesimo è una delle religioni riconosciute dalla Costituzione e tra il 2007 e il 2012 oltre 2,4 milioni di cinesi si sono battezzati. Secondo alcuni commentatori l’atteggiamento delle autorità cinesi nei confronti della religione dovrebbe essere “né reprimere ma neppure incentivare” il culto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori