ROBERTO GAMBINA / News: gip accoglie richiesta di non archiviazione del caso (Oggi, 1 marzo 2017)

- La Redazione

Roberto Gambina, ultime news: gip accoglie la richiesta di non archiviazione del caso per suicidio e chiede alla procura altri sei mesi per le indagini.

robertogambina
Roberto Gambina

Emergono importanti novità sul caso di Roberto Gambina, il giovane studente morto in circostanze poco chiare il 20 novembre 2015 presso l’istituto paritario Lanza di Vittoria. La vicenda, anche a detta della famiglia del ragazzo, ha sempre presentato molti punti oscuri ma quasi subito fu bollata ed archiviata come suicidio, una tesi alla quale, sin dall’inizio, la madre di Roberto, Consuelo Bonifazio, si era sempre opposta. Alla trasmissione Chi l’ha visto, nei mesi scorsi la donna era intervenuta per lanciare un appello sentito affinché il caso non venisse archiviato ed in merito aveva dichiarato: “Qualcuno ha fatto del male a Roberto e qualcun’altro ancora ha aiutato questo qualcuno a fermare le indagini, a farmi crede che Roberto si sia buttato quando non l’ha visto nessuno buttarsi”. In quella occasione la donna aveva smentito ancora una volta il presunto suicidio del figlio dicendosi pronta a scoprire cosa sia realmente successo la mattina di oltre un anno fa. Oggi finalmente è arrivata la prima “buona notizia”, resa nota dalla stessa trasmissione di Rai3 nel corso dell’appuntamento in daytime. Il gip del Tribunale di Ragusa ha infatti accolto la richiesta di non archiviazione del caso, quindi ha chiesto alla procura di continuare le indagini per altri sei mesi. Un tempo utile, finalmente, a fornire le risposte che la famiglia di Roberto Gambina attende da tempo. La madre Consuelo è intervenuta in diretta tv, telefonicamente, al programma Chi l’ha visto 12.25, asserendo di aver accolto molto positivamente la decisione del giudice per le indagini preliminari. Dopo i ringraziamenti alla trasmissione ed al lavoro dei suoi avvocati, così come dei criminologi e dei medici forensi che fino ad oggi hanno eseguito tutti gli accertamenti del caso, la donna ha commentato: “Adesso finalmente cominciano le vere indagini”. La madre di Roberto Gambina aveva sempre sostenuto che in realtà le indagini sulla morte misteriosa del figlio, concretamente non erano mai state eseguite in modo corretto. Ora spera che emerga non qualcosa di nuovo ma “speriamo, quello che è successo quel giorno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori