UOMO POSSEDUTO DAL DIAVOLO?/ Video: ferito alla bocca cammina come uno zombie, il terrore dei medici

- La Redazione

Uomo posseduto dal diavolo? Ferito giunge in un ospedale in Brasile camminando come uno zombie e con una strana ferita alla bocca, paura tra i medici.

possedutodiavolo
Immagine tratta dal video

Inquietante scena quella a cui hanno assistito i sanitari di un ospedale in Brasile, dove un “uomo-zombie” sarebbe giunto con una grave ferita al volto causata da un proiettile. A riportare la notizia, corredata di video, è il sito del Mirror, secondo il quale il personale medico, alla vista dell’uomo, ha temuto potesse essere addirittura posseduto dal diavolo. Una tesi alimentata dopo aver visto l’andamento del paziente ferito, giunto sulle sue gambe ma con il corpo contorto come se fosse realmente uno zombie, mentre urlava reclamando assistenza medica. Nel filmato con protagonista lo strano uomo ferito, oltre al suo modo di camminare alquanto sospetto, avrebbe colpito anche la strana ferita alla bocca, sanguinante e provocata quasi certamente dall’esplosione di un colpo di arma da fuoco. Non è chiaro, tuttavia, come sia stato possibile subire una ferita di tale portata. Al suo arrivo, l’uomo non appariva in grado di camminare normalmente; la sua schiena era ripiegata al contrario e il suo stato è apparso subito inquietante. Con la sua voce roca e gli occhi contornati di nero, l’uomo ferito ha tentato di spiegare ai medici la sua situazione ma gli stessi sanitari avrebbero manifestato non poco timore al cospetto del suo stato. Il presunto uomo posseduto dal diavolo è stato poi soccorso da altri medici e infermieri che lo hanno tenuto sotto osservazione. Non è chiaro se il suo stato sia la conseguenza della lesione provocata dalla presunta ferita da proiettile alla bocca. La didascalia del video che riprende lo strano soggetto ferito, sostiene la rottura della mascella, anche se questo aspetto non sarebbe emerso da alcuna cartella clinica. Clicca qui per vedere il video.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori