CIMITERO PER ANIMALI/ A Monza: costa 180 euro, ecco come funziona

Cimitero per animali: anche a Monza via libera alla realizzazione di un luogo dove ricordare cani e gatti. Ecco come sarà fatto e cosa potranno fare gli utenti (oggi, 10 marzo 2017)

10.03.2017 - La Redazione
canecorso
Immagini di repertorio

Sorgerà anche a Monza un cimitero per animali. Tutti coloro che hanno quindi un cane, un gatto o un altro animale domestico, potranno avere un luogo dover ricordare il proprio amico a quattro zampe dopo la sua morte. Già a Milano e a Pavia esiste un cimitero per animali e ora anche Monza avrà il suo. Il Consiglio comunale infatti, come riporta il Corriere della Sera, ha approvato a larga maggioranza una mozione che impegna la giunta a individuare un’area idonea (anche privata) per la creazione del cimitero. Poi dovrà essere varata una campagna informativa per individuare una società interessata alla realizzazione di quest’opera. Ancora in realtà non c’è un progetto vero anche se l’assessore all’Urbanistica, Claudio Colombo, ha fatto sapere che sarà preso a modello il cimitero per animali di Pavia: si tratta di una struttura su una superficie di 3.500 metri quadrati con costi per gli utenti tra i 130 e 180 euro. Il cimitero per animali a Monza sarebbe “una normalissima attività commerciale – sottolinea l’assessore Colombo -. Di aree idonee in città ce ne sono molte e comunque, essendo il cimitero per animali previsto anche dal Pgt appena adottato, sarebbe possibile modificare la destinazione di un’area agricola senza troppi problemi”.

Gli animalisti condividono la scelta di Monza di realizzare un cimitero per animali. La mozione votata in Consiglio comunale è stata proposta da Paolo Piffer, consigliere comunale della lista Primavera Monza. Il consigliere spiega che “la perdita di un animale domestico rappresenta un grandissimo dolore. Dopo la sua scomparsa dovrebbe essere prevista anche nella nostra città la possibilità di dimostrare il proprio amore occupandosi della sistemazione in una degna dimora, mentre adesso il trattamento riservato è quello per lo smaltimento di un rifiuto speciale”. Le opzioni al vaglio della giunta sono due: creare un cimitero per animali gestito direttamente dal Comune o individuare un terreno privato e autorizzare una società del settore ad avviare questo tipo di attività. Sembra che sia quest’ultima opzione quella che sarà realizzata. Si dovrà individuare, tra coloro che si faranno avanti, un privato in grado di gestire il cimitero per animali. La legge prevede che i resti degli animali siano sepolti in un involucro biodegradabile: i padroni possono delimitare il luogo con un piccolo cordolo e porre una piccola targa a ricordo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori