Niente nozze senza conversione/ Pensionato vuol rimanere cristiano, il Marocco non gli fa sposare la badante

- La Redazione

Un pensionato friulano si è visto rifiutare il visto per convolare a nozze con una badante marocchina, che avrebbe sposato con rito civile, per mancata conversione alla fede islamica

Islam-preghiera_R439
Musulmani in preghiera (Foto dal web)

Niente nozze senza conversione, si può riassumere così quanto accaduto a Renzo, un pensionato friulano la cui storia è stata raccontata sulle pagine de Il Gazzettino. L’uomo voleva sposare una donna marocchina di fede musulmana da anni risiedente in Italia, che lavora come badante. Insieme i “promessi sposi” hanno avviato le pratiche per celebrare le nozze non rito civile e nei giorni scorsi Renzo si è recato al consolato di Verona per occuparsi delle ultime pratiche burocratiche. Lì ha ricevuto l’amara sorpresa dopo aver risposto no alla richiesta di convertirsi all’Islam, la religione della futura moglie. A quel punto il personale della sede diplomatica si è rifiutato di procedere nel rilascio del visto necessario. A spiegare il perché è lo stesso Renzo nell’intervista a Il Gazzettino: “Mi è stato detto che non possono rilascia- re i documenti necessari per le nozze. Perché non mi converto. Sono rimasto stupefatto, inter- detto. Una donna marocchina, insomma, non è libera neanche in Italia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori