STATUA GIGANTE RAMSES II/ Egitto, interamente in quarzite, era lunga 8 metri

Statua gigante Ramses II, Egitto: trovato il reperto archeologico in un quartiere de Il Cairo. La statua è lunga otto metri e raffigura il noto Faraonel Insieme rinvenuta un’altra di Seti II

10.03.2017 - La Redazione
ramses_faraone
Ramses II

E’ stata rinvenuta a Il Cairo, in Egitto, una statua gigante di Ramses II e una più piccola di Seti II. E’ interessante proprio a fronte di questa scoperta andare a capire chi erano precisamente questi due personaggi. Ramses II è vissuto tra il 1303 e il 1212 a.C. ed è stato un faraone egiziano della XIX dinastia. La durata del suo regno portò gli storici a chiamare il periodo con il nome della sua famiglia e da questo arriva appunto l’Epoca Ramesside. Divenne noto per le conquiste che permisero all’Egitto di espandersi e che gli fecero guadagnare l’epiteto di Grande. Grande era anche la statua a lui dedicata che ci arriva in dei pezzi giganti e che originariamente doveva essere alta all’incirca otto metri, davvero una misura che spaventa per la maestosità di questa rappresentazione. Seti II è vissuto invece poco dopo, morendo infatti circa una ventina di anni più in là di Ramses II. Fu anche lui un noto Faraone anche se ovviamente non della stessa portata del suo noto ”collega”. Forse anche per questo la statua che è stata rinvenuta, che ci giunge per intero, è alta poco meno di un metro anche se non è detto che le dimensioni in questo caso siano dovute all’importanza.

In Egitto è stata fatta una scoperta che ha dell’incredibile. Infatti è stata rinvenuta una statua gigante che raffigura il noto Faraone Ramses II. Questa è stata rinvenuta in un quartiere popolare de Il Cairo accanto a un’altra più piccola di Seti II. Ci troviamo in un area vicino a uno dei tempi dedicati a Ramses II. Si tratta di due statue che risalgono alla XIX dinastia e la cosa incredibile è che quella di Ramses II sia lunga addirittura otto metri fatta interamente di quarzite anche se ci arriva divisa in enormi pezzi. Le spiegazioni arrivano dal Ministero delle Antichità d’Egitto come riportato da Egypt Independent. A capo della spedizione che ha portato a questa incredibile scoperta c’era il luminare professor Ayman al-Ashamawy noto proprio per lo studio archeologico di questi siti. Sicuramente sconvolge come continuino ad emergere situazioni di questo livello dal passato e ci viene da riflettere anche su quante magari si celano ancora sotto la terra e potrebbero regalare al mondo ancora grandi scoperte su quello che facevano i progenitori di tutti noi e non solo ovviamente in Egitto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori