Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: strage di Berlino, espulso dall’Italia tunisino sospetto (12 marzo 2017)

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: (12 marzo 2017). Violenza a Napoli dei centri sociali. Clochard bruciato vivo a Palermo. Parla l’uomo che ha ucciso il ladro entrato nel suo ristorante.

12.03.2017 - La Redazione
polizia_artificieriR439
Ultime notizie di oggi, Foto La Presse

Non si sa che rapporti precisi ci fossero tra i due, ma è bastato trovare il suo nome tra i contatti di Anis MAmri, il terrorista islamico autore della strage di Berlino, per far scattare l’espulsione dall’Italia. Un tunisino di 37 anni residente a Latina è stato espulso oggi dal nostro paese. Si tratta del 21esimo caso di espulsione per sospetto terrorismo nel corso del 2017, il 153esimo dal gennaio 2015. Il tunisino espulso oggi frequentava ambienti radicali della moschea di Latina e la sua utenza telefonica, oltre a quella di Amri, era collegata anche al proprietario di una pagina facebook evidentemente sostenitore dello jihadismo. 

La lenta liberazione del territorio occupato dai terroristi islamici dell’Isis continua a portare a scoperte orribili. L’ultima in ordine di tempo è stata fatta in questi giorni non lontano dalla capitale del califfato Mosul, per la liberazione della quale si combatte da tempo. Le milizie filogovernative sciite hanno annunciato di aver trovato una fossa comune contenente i resti di almeno 500 civili uccisi dagli jihadisti. La fossa si troverebbe nel villaggio di Badush conquistato dai terroristi nel 2014, nei pressi di un carcere. Si tratta dunque di persone uccise almeno due anni e mezzo fa, quando gli elementi dell’Isis imposero la pulizia etnica su chiunque non si fosse dichiarato musulmano fondamentalista e assassino come gli occupanti. Si tratterebbe in gran parte di musulmani sciiti, contro i quali combattono gli jihadisti di appartenenza sunnita. 

La giornata è stata segnata dagli scontri fra manifestanti e polizia per la manifestazione del leader leghista Matteo Salvini. Giornata di pura follia partita dal corteo dei centri sociali, che ha aggredito la polizia. Auto danneggiate e vetrine dei negozi distrutti con la gente costretta a rifugiarsi nei negozi. 40 interminabili minuti di scontri, con la città sotto assedio. Dopo quasi due ore, il corteo dei manifestanti anti Salvini è stato interrotto dai primi botti, seguiti subito dal lancio di sassi e molotov all’indirizzo della polizia. Dopo una prima fase di contenimento la polizia ha però reagito disperdendo i violenti e fermandone cinque. Dura la reazione di Salvini che ha dichiarato ‘ i conigli dei centri sociali non hanno il coraggio di scendere in piazza contro la camorra’. Solidarietà a Salvini dal Pd, in nome della difesa del diritto di parola.

Un uomo ha dato fuoco ad un senza tetto. Le immagini violente registrare dalle telecamere di sicurezza, ritraggono l’assassino nei momenti in cui versa una tanica di benzina sul corpo del povero sventurato. Grazie ai fotogrammi le forze dell’ordine hanno potuto identificare l’assassino che è già stato arrestato. La vittima aveva due figlie. E’ stato fermato Giuseppe Pecoraro e come sottolinea la Repubblica nella sua versione online, sono state raccolte diverse prove inconfutabili legate alla sua immagine. Alla fine sarebbe arrivata anche la confessione dell’uomo che avrebbe sottolineato come il gesto sarebbe stato compiuto per gelosia.

Ore drammatiche per Mario Cattaneo che due notti fa a Casaletto Lodigiano, ha ucciso un romeno di 30 anni, che si era introdotto nel suo locale. La tesi della difesa è che si sia trattato di un incidente e che il colpo del fucile che ha ucciso l’uomo sarebbe partito involontariamente. L’uomo è al momento indagato dalla Procura per omicidio volontario. L’uomo ha sottolineato di aver sparato per spaventare i ladri e che non voleva uccidere nessuno. Sottolinea inoltre che gli avevano bloccato l’uscio con dei mobili per impedirgli di uscire. Il tutto si sarebbe consumato perchè questi sporgendo l’arma dall’abbaino per sparare non aveva sentito l’uomo afferrare la canna e poi prendersi addosso il colpo.

Il partito presenterà un disegno di legge per estendere il diritto alla legittima difesa nel caso di violazioni della proprietà privata. Paete dai fatti di cronaca Silvio Berlusconi per annunciare le prossime mosse che porteranno alla stesura di un nuovo programma. Un testo che verrà esteso anche a Lega e Fratelli d’Italia con cui è già in piedi un accordo sui principali contenuti: abolizione della tassa sulla prima casa e sulla prima auto. Meno Europa,meno tasse e più aiuti ai poveri.Obiettivo riportare alla vittoria il centrodestra, per essere alternativa al Pd ‘senz’anima’ e al M5s ‘un pericolo per l’Italia’.

Nella seconda giornata del Lingotto il principale intervento e stato quello del Ministro dell’Agricoltura Martina, che ha invitato ‘all’unità nella diversità’. Sul palco, a difesa del Pd, anche il presidente della regione Chiamparino che invita ad andare oltre all’auroreferenzialità. Parole importanti sono arrivate anche dall’ex Premier Matteo Renzi che ha sottolineato come ci sia la volontà di rivendicare il futuro contro la paura e che ci si trova di fronte agli eredi della tradizione migliore e non a dei reduci. C’è sicuramente grande voglia di riscatto, vedremo come andranno le cose poi quando si passerà ai fatti.

Inflazione all’1% a fronte dell’aumento del costo orario dei salari del solo 0,5%. Calo generale dei prezzi nei mesi scorsi invertito dall’aumento a gennaio e febbraio delle spese per generi alimentari freschi. Si calcola una crescita della spesa di 300 euro all’anno in più a famiglia. I prezzi tornerebbero ad essere osservati speciali nel caso di aumento dell’Iva.

Era il 1947 quando uscì dalla fabbrica il primo prototipo della casa di Maranello: una 125s alla cui guida c’era proprio il fondatore della casa automobilistica Enzo Ferrari. Iniziò così la leggenda che ha dato vita a 70 anni di successi e vittorie, gioielli stradali e da competizione. Vittorie prima con Enzo Ferrari, poi con Luca di Montezemolo. Stabilimenti e merchandising di successo. Modelli che hanno fatto la storia del marchio ma anche dell’automobilsmo. L’anno concluso è stato anno dei record con 13 miliardi di ricavi e utili in crescita. Tecnologia e stile drl cavallino rampante saranno raccolti assieme ai momenti magici dell’azienda in un sito internet celebrativo.

Si torna in campo oggi, domenica 12 marzo, infatti si giocano 7 partite. Venerdì la giornata è stata aperta dalla vittoria della Juventus 2-1 contro il Milan. Ieri sera invece il derby della Lanterna Genoa-Sampdoria è stato vinto dai blucerchiati con un gol di Luis Muriel. Oggi il Napoli ospita il Crotone, mentre la Roma va a Palermo. Entrambe devono vincere per puntellare la zona Champions dalle inseguitrici. Sono stati venduti 65.000 biglietti per Inter- Atalanta. La squadra dell’ex Gasperini ha un punto in più dei nerazzurri e una vittoria significherebbe anche una rivincita morale per lui che fu esonerato da Moratti dopo solo 7 partite. Le altre gare sono il derby emiliano tra Sassuolo e Bologna, Fiorentina-Cagliari, Chievo-Empoli e Pescara-Udinese. Lunedì il posticipo tra Lazio e Torino.

A Squaw Valley in California, la campionessa americana taglia il traguardo per seconda nello slalom sulla pista di casa. Solo due centesimi l’hanno separata dalla svizzera Holdener, prima. Ma a consegnarle la coppa senza bisogno di aspettare la terza manche è stata la caduta della Zuzulova, l’unica che poteva insidiare il suo successo. Al momento, Chiara Costazza, 7°, è la migliore tra le sciatrici azzurre.

Una vittoria senza patemi. Il colombiano Nairo Quintana ha tagliato per primo e in solitaria il traguardo della 4° tappa della Tirreno-Adriatico. Si gareggiava sulle salite di Montalto di Castro-Terminillo. Il ciclista in forza alla Movistar ha preceduto nell’ordine Thomas, Yates e Spilak. Non una buona giornata per gli italiani: Nibali è arrivato 24° e Aru 37°.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori