Maria Elena Boschi/ Stalker condannato a 26 mesi dopo le minacce: “Ti amo, ma ti devo ammazzare!”

- La Redazione

Maria Elena Boschi, lo stalker Giuseppe Dragone condannato a 26 mesi dopo le terribili minacce all’allora ministro per le Riforme Costituzionali: “Ti amo ma ti devo ammazzare!”

maria_elena_boschi
maria elena boschi

Maria Elena Boschi, lo stalker Giuseppe Dragone condannato a 26 mesi di reclusione – Maria Elena Boschi finalmente può dormire sogni tranquilli: è infatti arrivata la condanna per Giuseppe Dragone, lo stalker che la perseguita irmai da tempo. Due anni e due mesi di reclusione con l’accusa, appunto, di stalking per il quarantenne napoletano: questa la decisione del gup Rosalba Liso, che lo ha condannato con rito abbreviato. L’amore ossessivo, se così può essere chiamato, di Giuseppe Dragone per l’allora ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi è stato fatto di decide e decine di email inizialmente piene di avances e complimenti, poi di minacce. «Ti amo, ma ti devo ammazzare» è a questo che, dopo alcune settimane, l’uomo ha scritto alla Boschi dopo che, di fronte al continuo silenzio del ministro, ha perso la testa. La prima email di Dragone alla Boschi risale allo scorso al 29 febbraio dello scorso anno. «Voglio vederti, domani sono ad Arezzo». A questa ne sono seguite molte altre, come la solita “Sei il mio fiore”, complimenti insistenti ai quali non è mai arrivata una risposta. Il persecutore non si è dato però per vinto e sarebbe anche arrivato ad ammettere: «Ti amo, ma non ho soldi, nemmeno per un caffè. Che faccio, comincio a rubare?». Ad oggi la questione è finalmente chiusa e vede l’uomo arrestato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori