Gino Paoli operato/ Modena, aneurisma all’aorta addominale: i medici, “intervento ok”(oggi, 18 marzo 2017)

- La Redazione

Gino Paoli operato: il cantante, 83 anni, lunedì ha subito un intervento programmato per un aneurisma all’aorta addominale. La moglie Paola Penzo parla delle sue condizioni di salute.

GINO-PAOLI_R439
Gino Paoli

-La notizia che Gino Paoli è stato operato per un aneurisma dell’aorta addominale ha messo in allarme tutti i fan dell’interprete di successi intramontabili della canzone italiana come “Sapore di sale” e “Il cielo in una stanza”. Non c’è da preoccuparsi, però, secondo i medici dell’Hesperia Hospital di Modena che lunedì scorso hanno portato a compimento con successo l’intervento chirurgico. Come riportato da La Gazzetta di Modena, dalla clinica privata hanno fatto sapere che Gino Paoli “è stato dimesso venerdì, in ottimo equilibrio clinico, senza problemi: l’intervento e’ andato benissimo, ha gia’ raggiunto il suo domicilio, per noi tutto tranquillo e regolare, zero problemi. L’intervento era programmato, su appuntamento, di tipo endovascolare”. Insomma, i fan di Gino Paoli stiano tranquilli: quella con il cantante sarà ancora una “lunga storia d’amore”…

Lunedì scorso Gino Paoli è stato operato all’Hesperia Hospital di Modena per un aneurisma all’aorta addominale. A riportare la notizia è Il Resto del Carlino, sottolineando che l’intervento al quale è stato sottoposto il cantante 83enne è andato bene e le sue condizioni di salute sono buone. Lo stesso Gino Paoli ha voluto indirizzare una lettera all’equipe medica che si è occupata di lui:”Desidero ringraziare l’Hesperia Hospital di Modena per il felice esito delle cure prestate in occasione del mio recente ricovero. In particolare mi congratulo per la professionalità e la competenza dell’equipe di chirurgia vascolare diretta dal professor Oscar Maleti e della dottoressa Marzia Lugli, della dottoressa Carmen Pedilliaggieri, del responsabile dell’area Critica dottor Marco Meli, del responsabile del servizio di Diagnostica per Immagine professor Paolo Pisi, del responsabile della Cardiologia dottor Alberto Benassi, del responsabile della Medicina dottor Paolo Gibertini, dello Specialista della chirurgia della mano dottor Marcello Marcialis, infine del dottor Stefano Reggiani, direttore sanitario nonché di tutto il personale tecnico e infermieristico del comparto operatorio Cardiovascolare, della terapia semintensiva e del quarto piano di degenza“. A confermare che l’operazione ha avuto esito positivo è stata Paola Penzo, moglie di Gino Paoli, che a Il Resto del Carlino ha dichiarato che la scelta del centro in cui operarsi è ricaduta su Modena “perchè adora questa città, qui si sente a casa. Per questo ha scelto di affidarsi ai medici modenesi e trascorrerà qui la convalescenza. L’intervento è andato benissimo, ora ha solo bisogno di riposo“. Gino Paoli, che è stato dimesso ieri, proprio in serata avrebbe dovuto partecipare al programma di Antonella Clerici, Standing Ovation, ma “ovviamente ha dovuto rinuciare – spiega la moglie – ma presto si rimetterà e tornerà in scena“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori