Francesca Moro/ In rianimazione per un’emorragia cerebrale dopo un pugno ricevuto sul ring di boxe

- La Redazione

Boxe Femminile: Francesca Moro, pugilatrice di 26 anni, ha avuto un’emorragia cerebrale dopo un match al torneo Nazionale di Chieti. Attualmente è in rianimazione. 

boxe_2016
Boxe (Lapresse)

Francesca Moro, pugilatrice ventiseienne di Mestre è attualmente ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Pescara. La Moro stava partecipando al Torneo Nazionale femminile di boxe che si sta svolgendo a Chieti e si è accasciata al suolo dopo il suo incontro nel ring contro la romana Clara Pucciarelli. L’atleta è stata subito soccorsa ed ora si trova nel reparto di Neurochirurgia di Pescara dopo aver riportato un’emorragia cerebrale. Inizialmente la ragazza era stata portata all’ospedale di Chieti, poi trasferita in serata a Pescara dove gli è stato drenato un ematoma subdurale acuto. Ora si trova in rianimazione, da valutare le cause di questa emorragia, ma i medici per ora hanno deciso di non sbilanciarsi sulla prognosi mantenendola quindi riservata. Francesca Moro è tesserata da circa cinque anni per l’UnionBoxe Mestre, secondo alcune ricostruzioni dei fatti l’ambulanza fuori dal palazzetto non era però dotata degli strumenti adatti alla rianimazione, quindi è stato chiamato il 118 per il trasporto in ospedale.

Il Torneo Nazionale di Boxe Femminile si è svolto nella giornata di giovedì e venerdì scorso con oltre centoquaranta atlete iscritte. A brillare è stata senza dubbio Martina Gionfriddo della Siracusa boxing team che ha conquistato il secondo posto nazionale considerando che la ragazza ha alle spalle soltanto cinque mesi di palestra, un grande orgoglio per il suo maestro Gianmaria Leonardi. “Abbiamo molte aspettative su questa atleta, in così poco tempo che si allena sta facendo vedere le sue ottime qualità e continuando di questo passo in futuro si potrà sperare a puntare alla nazionale” le parole del maestro ai microfoni di ‘Siracusanews’. Martina Gionfriddo ha vinto in semifinale dopo aver effettuato alla sua avversaria un conteggio alla terza ripresa, peccato per la finale visto che la Gioffriddo ha perso poi contro un’atleta campana. Grande orgoglio e soddisfazione, ora si potrà sicuramente puntare su obiettivi elevati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori