SARA CAPOFERRI/ News, le domande attorno al giallo: si teme un epilogo drammatico (Oggi 2 marzo 2017)

- La Redazione

Sara Capoferri, ultime news: giallo sulle sorti della giovane mamma di Palazzolo. Tutti i dubbi e le domande senza risposta attorno al caso, si teme per un epilogo tragico.

saracapoferri
Sara Capoferri

Sembra essere letteralmente svanita nel nulla Sara Capoferri, la donna 37enne di Palazzolo scomparsa in circostanze misteriose lo scorso 21 febbraio. Ad oltre una settimana dall’inizio delle ricerche da parte dei Carabinieri di Chiari e Brescia, ad oggi non ci sarebbe ancora alcuna risposta su che fine possa aver fatto la giovane mamma. E’ pur vero che tra gli inquirenti sarebbe sceso un fitto riserbo in merito alle indagini attualmente in corso, ed anche il contenuto della recente conversazione avuta con la madre di Sara Capoferri, lo scorso martedì, ad una settimana esatta dalla sparizione della figlia, resta riservatissimo. Come ricorda Il Giorno nella sua versione online, al momento non ci sarebbe alcun nome iscritto nel registro degli indagati e il ritrovamento dell’auto della donna, completamente carbonizzata ed a due giorni dalla sua scomparsa, avrebbe fatto mutare interamente la pista iniziale dell’allontanamento volontario. Alcuni soggetti sarebbero tuttavia stati sentiti come persone informate dei fatti, tra cui un 35enne, l’ultimo ad aver visto Sara Capoferri allontanarsi a bordo della sua vettura ed un’amica estetista, con la quale la donna era solita confidarsi. Tante le domande che si rincorrono presso chi indaga. Ci si chiede che fine possa aver fatto la 37enne quando è stata persa di vista dall’amico e che cosa sarebbe accaduto realmente alla sua auto. Un altro testimone avrebbe raccontato agli inquirenti di averle dato una mano a spostare la sua auto la quale aveva una ruota bucata. Nessuna notizia su dove possa essere andata nel momento successivo al danno della vettura, ritrovata mentre andava a fuoco. Intorno alle ore 23:00 del martedì della scomparsa, Sara avrebbe chiamato il padre e successivamente la figlia 16enne avvertendoli del suo imminente ritorno. Da allora però, il suo telefonino risulta misteriosamente spento ed il silenzio sarebbe calato da parte della 37enne. In seguito, la donna avrebbe contattato l’amico 35enne con un altro cellulare, spiegandogli di stare poco bene: a chi apparteneva il dispositivo? Ancora una domanda senza risposta che si va ad aggiungere alle tante attualmente al vaglio degli investigatori. Ma i misteri in questa intricata vicenda e che potrebbe avere l’ennesimo risvolto drammatico abbondano: come rivela Bsnews.it, a proposito della sua vettura rinvenuta abbandonata ed in fiamme nella zona industriale di Berlingo, questa non sarebbe mai stata ripresa dalle telecamere di Ospitaletto. L’ultima volta che sarebbe stata immortalata risale al tratto tra Paderno e Brescia. Un evento certamente strano che si associa alle ricostruzioni ritenute poco chiare da parte della famiglia, in riferimento all’ultima serata in cui Sara Capoferri è stata vista, prima di sparire nel nulla. La mattina successiva alla sua scomparsa sarebbe stata avvistata una donna, ma l’auto in fiamme e l’assenza di tracce da parte dei cani molecolari andrebbero a contraddire l’avvistamento. In merito gli investigatori sarebbero giunti ad una conclusione: è probabile che Sara Capoferri sia stata fatta salire su una seconda auto a Berlingo e non è detto che ciò sia avvenuto in maniera volontaria. Da quel momento ci sarebbe mistero fitto sulle sorti della 37enne.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori