VALANGA COURMAYEUR/ Plan de la Gabba: 4 morti, salvi i dispersi della slavina di La Thuile (ultime notizie)

- La Redazione

Valanga Courmayeur, slavina sui fuoripista di Plan de la Gabba, la Visaille: Valle D’Aosta, in val Veny blocco di neve sugli sciatori, ultime notizie e ricerche in corso. News oggi 2 marzo

neve_incidente_soccorsiR439
Immagini di repertorio (Foto: LaPresse)
Pubblicità

E’ salito a tre il numero degli sciatori morti sotto la valanga a Plan de la Gabba, a Courmayeur. A comunicarlo, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Ansa, è stata la Guardia di finanza di Entreves. In base alle prime informazioni tutti gli sciatori coinvolti sarebbero stranieri. Molti altri sciatori sono rimasti feriti, alcuni in gravi condizioni e ci sono anche alcuni sciatori dispersi: le ricerche sono in corso e sul posto è intervenuto anche l’elisoccorso. La valanga a Courmayeur si è verificata nel canale dello Spagnolo dove si pratica il fuoripista. Sono una ventina le persone rimaste coinvolte nella valanga. I due scialpinisti coinvolti invece nella seconda valanga staccatasi al colle San Carlo, tra Morgex e La Thuile, sono invece stati individuati e sono stati tratti in salvo: le guide del soccorso alpino valdostano hanno verificato che stanno bene e che non ci sono altre persone nella zona.

Pubblicità

Sono due le valanghe avvenute in Val d’Aosta nel giro di poche ore: la prima più grave a Courmayeur ha purtroppo già un bilancio provvisorio tragico, con due morti e molti feriti tra gli sciatori colpiti dall’accumulo di neve staccato dalla montagna. In Val Veny nella zona di Plan de La Gabba vengono confermate le prime notizie ora dalla Guardia di Finanza, con i fuoripista di molti sciatori colpiti dalla slavina; Una ventina sono i freerider – probabilmente tutti stranieri – che sono stati coinvolti nella valanga. Le operazioni di ricerca sono tuttora in corso. Sul luogo dell’incidente ci sono gli operatori del Soccorso alpino valdostano, medici e due elicotteri. La valanga si è staccata in un canalone dove si pratica il fuoripista nella zona del Plan de la Gabba/La Visaille. In un secondo momento poi un altra valanga, questa volta al Colle San Carlo tra Morgex e La Thuile: qui sono invece coinvolti una coppia di scialpinisti, con un elicottero partito subito in ricerca e soccorso delle due persone disperse. 

Pubblicità

Nella valanga a Courmayeur il bilancio purtroppo è salito forse definitivamente a quattro morti e altrettanti feriti tra gli sciatori colpiti dalla slavina mentre praticavano il fuoripista a Plan de la Gabba in Val Veny. I motivi della valanga sono stati spiegati a Repubblica dal direttore del soccorso alpino Valle d’Aosta, Adriano Favre: «La squadre di soccorso non sono ancora neppure rientrate – dice – ma la giornata presenta condizioni di meteo particolari: soffia il fohn, un vento caldo che può creare pericolosi accumuli di neve. E’ molto probabile che sia questo uno dei fattori di rischio che sono stati sottovalutati». Non solo il caldo però sarebbe alle origini della tragedia: «pur non sapendo ancora nulla di certo sulla dinamica dell’incidente, mi viene in mente che un gruppo di sette persone o più che scende lungo uno stesso fuori pista con queste condizioni di neve potrebbe essersi rivelato decisivo: un sovraccarico del pensio può aver fatto partire la slavina». Il rischio della valanga era marcato, il che doveva scoraggiare e non invitare gli sciatori a praticare il fuoripista. A La Thuile invece sono stati ritrovati e sono vivi in buone condizioni di due escursionisti incappati in un’altra valanga a La Thuile, sul Colle San Carlo: le guide del soccorso alpino valdostano li hanno individuati e hanno appurato che stanno bene e che non ci sono altre persone nella zona

Grave episodio a Courmayeur dove una valanga poco prima delle 13 ha travolto una parte del fuoripista delle zone presso Plan de la Gabba e La Visaille, in piena val Veny. La slavina, secondo le primissime notizie filtrate dalle agenzie, avrebbe coinvolto una zona dove viene praticato il fuoripista da molti sciatori esperti: una valanga è però piombata in pieno giorno, complice forse le alte temperature di questi giorni in montagna, purtroppo coinvolgendo alcuni sciatori, secondo quanto riporta l’Ansa. L’episodio gravissimo è avvenuto dunque in un canalone al di fuori del comune di Courmayeur, in provincia di Aosta e dunque nella parte italiana sotto il Monte Bianco.

Secondo quanto riferito dal Soccorso alpino valdostano, ci sono persone coinvolte: sul posto è intervenuto l’elisoccorso e sono in corso le operazioni di ricerca. Sarebbero degli sciatori le persone coinvolte nella valanga e non ci sono purtroppo altri aggiornamenti per quanto riguarda le loro condizioni, visto che la slavina è avvenuta neanche da un’ora passata. Nelle prossime ore tutti gli aggiornamenti per questa ennesima tragedia in montagna, nel giorno in cui ironia del destino sono passati 40 giorni esatti dalla valanga dell’Hotel Rigopaino, che spazzò via dopo un terremoto decine di vite. La speranza è che per questa valanga in Val D’Aosta non ci siano vittime, ma al momento nessuna ipotesi è da escludere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori