Santo del giorno/ San Turibio, il 23 marzo si celebra Il patrono della città di Lima

- La Redazione

San Turibio, è il santo patrono della città di Lima in Perù. Nasce a Mayorga il 16 Novembre del 1538, diventa Arcivescovo di Lima ordinando di costruire scuole. La storia

croce_pixabay_2017
Pixabay

San Turibio nasce a Mayorga il 16 Novembre del 1538. Il futuro santo è figlio di Ana Robles e di Luis Alfonso. Da giovane san Turibio si mette a studiare diritto canonico e si iscrive prima all’Università di Salamanca e poi a Valladolid. Dopo aver conseguito la laurea in materia canonica, costui insegna a Salamanca. Successivamente, san Turibio riceve un incarico importante. Filippo II infatti lo pone a guidare l’Inquisizione nella città di Salamanca, sebbene il futuro santo sia soltanto ancora una persona laica. Nel 1579 il sovrano lo nomina Arcivescovo di Lima. In seguito Papa Gregorio XIII conferma l’elezione ad Arcivescovo di san Turibio, che diventa il successore di Jeronimo di Loayza. Nel 1581 il futuro santo allora si reca in Perù e inizia a fare l’Arcivescovo. Durante la sua missione episcopale, san Turibio ordina di costruire delle scuole per aiutare a far sviluppare il processo di alfabetizzazione delle popolazioni indigene peruviane. In aggiunta, l’arcivescovo si impegna moltissimo per promuovere l’evangelizzazione nel paese del Perù. Nella città di Lima, il futuro santo si prodiga per far erigere il primo seminario dell’America Latina. Questa struttura viene fondata nel 1591. Nel corso dei primi anni del 1600, l’arcivescovo, in seguito ad una visita pastorale, si ammala. La febbre alta lo fa soffrire parecchio. A causa della sua salute precaria, san Turibio muore il 23 Marzo del 1606. Dopo la sua scomparsa, costui viene eletto santo e la sua festa ricade il 23 Marzo di ogni anno. 

San Turibio è anche il patrono della città di Lima, che si trova in Perù. Il 23 Marzo di ogni anno, nella capitale peruviana, san Turibio viene portato in giro per le strade della città. In seguito la statua viene condotta nella Cattedrale, dove, alla presenza di diverse autorità religiose e civili, si celebra una messa in onore del patrono. Nel corso di questa celebrazione viene quindi ricordata l’opera di evangelizzazione portata avanti dall’Arcivescovo di Lima e la sua instancabile lotta contro le eresie. Il 23 Marzo di ogni anno, a Lima, ci sono diverse sagre, che permettono alla gente di mangiare alcuni prodotti della zona, come i pezzetti di pesce con la cipolla e i tagliolini saltati.  

Lima è la capitale del Perù. Questa città ha più di otto milioni di abitanti. Nel posto ci sono tanti fiumi, come il Chillon e il Rimac. Questo capoluogo è stato fondato da Francisco Pizarro nel 1535. Lima è famosa per il suo centro storico, che ha dei caratteristici balconi fatti in legno. Il centro storico è stato nominato nel 1988 dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Tra le strutture religiose, molto bella è la Cattedrale del posto. L’edificio religioso è stato realizzato con diversi stili architettonici, tra i quali si possono riconoscere quello gotico e quello rinascimentale. All’interno della struttura c’è la statua della Madonna, che ha in mano una rosa d’oro e c’è anche la tomba di Francisco Pizarro. Nella capitale peruviana ci sono diversi musei, il più importante e visitato dei quali è il Museo Nazionale di archeologia. Infine, Lima ospita anche una delle Università più importanti al mondo, che è la Universidad Nacional Mayor de San Marcos. 

Oltre a san Turibio, i Santi del 23 Marzo sono: San Giuseppe Oriol, Santa Rebecca Ar-Rayès, Sant’Ottone Frangipane e San Vittoriano. I Beati del giorno 23 Marzo sono: Pietro da Gubbio, Pietro Higgins, Annunciata Cocchetti, Alvaro de Portillo ed Emondo Sykes. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori