Annunciazione del Signore/ Santo del giorno, il 25 marzo: perché si celebra oggi?

- La Redazione

L’Annunciazione del Signore, si celebra nella giornata di oggi, sabato 25 marzo. Si intende l’incontro tra l’Arcangelo Gabriele e Maria nella casa di quest’ultima

croce_gesu_pixabay_2017
Santo del giorno: Sant'Aureliano

Ricorre oggi, sabato 25 marzo 2017, l’Annunciazione del Signore, l’evento che secondo la tradizione cristiana è coinciso con l’annunzio a Maria di Nazareth da parte dell’arcangelo Gabriele circa la nascita del Messia. Ma perché l’Annunciazione si celebra proprio oggi? A spiegarlo è Famiglia Cristiana, sottolineando che la data del 25 marzo è consequenziale alla nascita del Signore Gesù Cristo, avvenuta secondo la tradizione il 25 dicembre. Tra il 25 marzo e il giorno di Natale, infatti, vi sono infatti 9 mesi, il periodo di tempo che solitamente caratterizza una gravidanza. In alcuni casi particolari, però, la Chiesa cattolica dispone che l’Annunciazione venga celebrata in un’altra data. Questo è avvenuto ad esempio nel 2013 e nel 2016, quando la ricorrenza è caduta nel periodo di Quaresima, e nello specifico nella settimana Santa. Altri motivi che possono portare allo slittamento dell’Annunciazione sono la coincidenza con una domenica di Quaresima (come nel 2012) o di Pasqua stessa (2008).

Per Annunciazione del Signore si intende l’incontro tra l’Arcangelo Gabriele e Maria nella casa di quest’ultima. Nel corso di quest’incontro, l’angelo, per mezzo di Dio, comunica alla Madonna che presto concepirà un bambino e che lo dovrà chiamare Gesù. La ragazza dunque risponde al suo messaggero di voler accettare il compito affidatogli dall’Eterno, mettendosi a completa disposizione di Dio. L’Arcangelo quindi si congeda da Maria, dicendo alla giovane di rallegrarsi, in quanto il Signore è con lei. Per mezzo di queste parole, Dio ci tiene a ribadire il fatto che starà accanto alla Madonna, durante la sua missione. Attraverso Gesù inoltre l’Eterno si fa carne e diventa umano. Dopo aver visto l’Arcangelo Gabriele, Maria è frastornata, ma riesce comunque a cantare il Magnificat. Si tratta dunque di un canto di vittoria. Dopo aver parlato a dei sapienti, ma anche a dei profeti, Dio, tramite l’Annunciazione, si rivolge per la prima volta ad una ragazza molto umile e normale. Maria infatti è una semplice giovane, che vive in Galilea e che conduce un’esistenza molto povera. La Casa di Maria, in cui è avvenuta l’Annunciazione, non è altro che la grotta, che è stata per tanto tempo nella Basilica dell’Annunciazione a Nazaret. In seguito all’occupazione della Terrasanta da parte dei musulmani, la Casa è stata trasportata da alcune navi nella Basilica di Loreto, dove si trova tuttora.  

Il 25 Marzo di ogni anno si ricorda l’Annunciazione del Signore in diverse città italiane e del mondo. In particolare, nella Basilica di Loreto, in questa giornata, si celebra una santa Messa alla presenza di diverse autorità religiose e civili. Durante questa celebrazione religiosa, si ripercorrono i fatti dell’Annunciazione del Signore, in cui appunto l’Eterno, attraverso l’Arcangelo Gabriele, informò la giovane Maria, che Costei avrebbe concepito in maniera verginale Gesù e che lo avrebbe dato alla luce. Il 25 Marzo, per la Festa dell’Annunciazione del Signore, la Basilica di Loreto è la meta di moltissimi pellegrini. Grazie ad alcune sagre organizzate, questi visitatori hanno l’opportunità di assaggiare la pizza al formaggio e la frittata con il mentrasto, che è una particolare tipologia di menta.  

Tra le città italiane in cui si celebra l’ l’Annunciazione del Signore, c’è soprattutto Loreto. Questo comune si trova in provincia di Ancora ed ha più di dodicimila abitanti. A Loreto si trova la Piazza della Madonna, in cui sorge la Basilica della Santa Casa, che ospita appunto la Casa di Maria, in cui avvenne l’Annunciazione del Signore, che ha un bellissimo rivestimento fatto in marmo. La Piazza è chiusa dal Palazzo Apostolico, che è stato fatto costruire da Andrea Sansovino. In questo luogo c’è anche la Fontana Maggiore, che presenta delle sculture di bronzo, e la statua di Papa Sisto V. A Loreto c’è anche il complesso della Visitazione. Queste sculture, realizzate da Floriano Ippoliti, rappresentano la Madonna che, accompagnata da Sant’Anna, va a trovare la cugina Elisabetta, per dirle che diventerà Madre di Gesù per mezzo dello Spirito Santo. Tra le architetture civili, in questo comune c’è il Palazzo della Provincia. A Loreto sorge infine il Cimitero Militare Polacco, in cui riposano i soldati polacchi morti nel secondo conflitto mondiale. 

Oltre all’Annunciazione del Signore, il 25 Marzo si festeggiano i seguenti santi: Santa Lucia Filippini, San Disma, Sant’Isacco, San Nicodemo da Cirò, San Mona di Milano, San Quirino di Tegernsee e San Procopio di Sázava. I Beati del giorno 25 Marzo invece sono: Placido Riccardi, Maria Rosa Flesh, Francesco Bruno, Tommaso da Costacciaro e Giacomo Bird.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori