Sperona auto dell’ex moglie e l’accoltella/ Vercelli, donna in fin di vita: violenze e minacce da mesi

- Dario D'Angelo

Sperona e accoltella l’ex moglie: l’aggressione a Borgo Vercelli dove un uomo ha atteso che la donna uscisse da lavoro. Nel tentativo di fuggire ha riportato ferite all’addome: è grave.

carabinieri_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

Maurizio Zangari è l’uomo che ha speronato e accoltellato l’ex moglie, in fin di vita all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Fermato dai carabinieri, l’aggressore di Borgo Vercelli, in Piemonte, ha colpito la Fiorilena Ronco all’addome, ai polmoni e alla gola. L’accoltellamento è avvenuto sotto gli occhi di alcuni testimoni. Poche ore prima dell’aggressore Zangari aveva scritto su Facebook: «Donne di merda… vi ricordo una cosa sola… toglietemi mio figlio e vi sfracello non toccate il mio sangue». Una settimana fa, invece: «I pensieri sono tanti… e la vita ingiusta… i figli l’unica felicità rimasta». Le violenze nei confronti di Fiorilena Ronco erano cominciate nei mesi scorsi: Zangari aveva già ricevuto una diffida e, come riportato da Tgcom24, anche l’ordine di non avvicinarsi all’ex moglie. (agg. di Silvana Palazzo)

Panico a Borgo Vercelli, dove oggi un uomo ha speronato e accoltellato l’ex moglie all’uscita da lavoro. A riportarlo è l’Ansa, sottolineando che l’aggressore ha atteso che la donna terminasse il proprio orario lavorativo prima di seguirla con la propria macchina, con la quale l’ha speronata. Resasi conto delle cattive intenzioni dell’ex marito, secondo una prima ricostruzione dei fatti, la donna sarebbe scesa dall’automobile nel tentativo di fuggire a piedi, ma qui sarebbe stata raggiunta dall’uomo, che le avrebbe inferto alcune coltellate ferendola all’addome. I protagonisti dei fatti sarebbero due italiani separati in rapporti complicati da tempo. Secondo le prime informazioni raccolte dall’Ansa, la vittima dell’aggressione sarebbe stata trasportata d’urgenza all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli, dove i medici la starebbero sottoponendo in questi minuti ad un delicatissimo intervento chirurgico nel tentativo di salvarle la vita. Le condizioni della donna al momento del trasporto nella struttura sanitaria apparivano infatti gravi. L’assalitore è stato tratto in arresto dai carabinieri di Borgo Vercelli. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori