SACERDOTE UCCISO/ Padre Felipe Altamirano Carrillo: Chiesa di nuovo sotto attacco dei narcos

- La Redazione

Sacerdote ucciso in Messico, assassinato Padre Felipe Altamirano Carrillo: Chiesa di nuovo sotto attacco nella regione contesa dai narcos. Ultime notizie oggi 29 marzo 2017

chiesa_cattolica_sanpietro_piazza_basilica_lapresse_2017
Lapresse

Un altro sacerdote è stato ucciso in Messico, nel Nayarit, la regione contesa dai narcos. Si chiamava, come riporta Avvenire, Padre Felipe Altamirano Carrillo ed è stato assassinato lunedì scorso con un colpo di pistola: non si sa se il sacerdote sia stato ucciso per un’esecuzione oppure se si sia trattato di una rapina finita male. Lo scorso 12 gennaio, nel Cohahuila, era stato ucciso padre Joaquín Hernández Sifuentes. Dopo l’omicidio di Padre Felipe Altamirano Carrillo, Padre Alejandro Solalinde, difensore dei migranti e candidato al Nobel per la Pace, ha ricevuto ieri nuove minacce di morte da parte dei narcos. Le minacce sono state inviate al sacerdote attraverso un video via Twitter: nel filmato è annunciata l’imminente esecuzione del prete. Nello Stato di Nayarit lo scorso gennaio è scoppiato un conflitto tra gli ex affiliati del cartello di Sinaloa: si tratta di uno scontro tra bande che, dopo l’estradizione negli Usa del boss Joaquín “El Chapo” Guzmán, si sono ribellate. Nel mirino dei criminali finiscono anche i civili e i sacerdoti che sostengono le comunità e per questo “intralciano” le attività dei narcos: spesso infatti i sacerdoti operano in zone isolate e per la popolazione rappresentano l’unico punto di riferimento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori