CARNEVALE AMBROSIANO/ Oggi Sabato Grasso, le origini e le maschere: sfilata in Piazza Duomo a Milano (4 marzo)

- La Redazione

Carnevale Ambrosiano 2017: oggi, si festeggia il Sabato Grasso, ultimo giorno di Carnevale a Milano. Le origini, le tradizioni e gli appuntamenti: sfilata finale in Piazza Duomo.

carnevale_venezia_lapresse
Carnevale di Venezia (LaPresse)

Vivrà il suo culmine oggi, con il Sabato Grasso, il Carnevale Ambrosiano che da diversi giorni sta animando le giornate dei cittadini e dei turisti di Milano. Dopo aver aperto la kermesse in Piazza Duomo lo scorso 2 marzo (clicca qui per vedere le foto dell’inaugurazione), quest’oggi saranno coinvolte 4 importanti piazze cittadine. Si tratta di Piazza Cairoli, Piazza Cordusio, Piazza della Scale e il cortile di Palazzo Marino. Fin da questa mattina, infatti, sono allestiti spettacoli di ogni tipo: clown, maghi, equilibristi, marionette, giocolieri e chi più ne ha più ne metta, tutti con il solo scopo di intrattenere il pubblico, soprattutto quello dei più piccoli. Gli spettacoli si alterneranno fino alle ore 17:30 di oggi, sabato 4 marzo 2017, quando avrà luogo la sfilata conclusiva in Piazza Duomo. Ricordiamo che secondo la tradizione del Carnevale Ambrosiano la giornata di oggi equivale al Martedì Grasso e si caratterizza per la presenza del “Grande Corteo Storico” e dei Gruppi Mascherati degli Oratori della Diocesi. 

Se amate l’allegria che caratterizza il Carnevale, e già siete tristi all’idea di dover aspettare un altro anno prima di indossare una nuova maschera, è il caso di fare le valige e partire in fretta per Milano, dove oggi si svolge il “sabato grasso” del Carnevale Ambrosiano. Ma come mai il popolo meneghino festeggia in ritardo questa piacevole ricorrenza? Tutto si ricollega alla religione. La tradizione, infatti, narra che Sant’Ambrogio sia tornato in ritardo per la Quaresima da un suo pellegrinaggio, e per questo abbia chiesto alla popolazione meneghina di aspettarlo per dare il via alle celebrazioni, considerato che il mercoledì delle Ceneri, primo giorno di Quaresima, era trascorso da un po’. Un’altra versione, invece, è quella secondo cui il calendario sia stato sfasato nella transizione dal calendario giuliano al calendario gregoriano. Il rito ambrosiano, infatti, si differenzia da quello romano, poiché fu tra i pochi a sopravvivere alla soppressione voluta da Papa Gregorio I nel VI secolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori