COPPIE INFELICI/ Perché non ci accorgiamo della tristezza del partner? Le donne sono le più ingenue…

- La Redazione

Coppie infelici: uno studio condotto dalla Washington University e dalla Stanford University chiarisce che neanche nelle coppie storiche ci si accorge dell’infelicità del partner…

Bacio_Giornata_mondiale_kissing_day_innamorati_san_valentino
Coppie che si baciano durante la giornata mondiale del bacio (Foto LaPresse)

Arrivano da una ricerca condotta dagli psicologi della Washington University e della Stanford University le ultime perle di saggezza per le coppie infelici alla ricerca dell’elisir di lunga vita. La notizia, riportata dal Mail On Line, è che però neanche i sodalizi più datati, quelli inossidabili e all’apparenza privi di crepe, ci si riesce ad accorgere quando il partner è infelice. Nelle coppie felici il meccanismo che instaura è il seguente: il partner viene visto attraverso una luce positiva e le sue eventuali insoddisfazioni sottovalutate. Come mai? In parte ci mettiamo del nostro: siamo grandi attori quando, per evitare grane, indossiamo la maschera della tranquillità, salvo ignorare che prima o poi dovremo fare i conti con noi stessi; d’altra parte c’è anche la scarsa lucidità del/della compagno/a che ci affianca: troppo convinto che la serenità mostrata in superificie rispecchi anche il nostro reale stato d’animo. Di solito sono le donne a cadere più facilmente nell’inganno: tra le motivazioni principali c’è quella per cui tendono a sopravvalutare l’approccio ottimistico degli uomini. Se poi questi si fanno conoscere come persone emotive, la frittata è fatta: le donne si convincono che essendo tali non riuscirebbero a nascondere un eventuale malessere. Da stasera non date nulla per scontato…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori