MIRELLA SERATTINI/ Sfregiata con il silicone per tutta la vita: medico assolto, il reato è prescritto

- La Redazione

Mirella Serattini, sfregiata con il silicone: prescrizione per il medico che è stato prosciolto in appello. Intervista video (Ultime notizie oggi, 9 marzo)

Mirella-Serattini_R439
Mirella Serattini

E’ stato prosciolto per prescrizione in appello il medico a cui Mirella Serattini si era rivolta per farsi attenuare le rughe. La donna è affetta da patologie gravi e danni estetici permanenti, avvenuti dopo il trattamento al quale si era sottoposta. Il medico secondo le accuse, aveva usato silicone liquido sostanza vietata dal 1993. Dopo la condanna a un anno e due mesi di carcere in primo grado è arrivata ora, come riferisce il Corriere della Sera, la prescrizione. La Corte di appello di Bologna ha infatti prosciolto Stefano Stracciari, imputato per lesioni colpose gravissime ai danni di Mirella Serattini, sua paziente nel 2006. Mirella Serattini, dopo il trattamento, aveva sporto querela. E secondo la sentenza di primo grado, emessa dal tribunale di Bologna nel 2011, le infiltrazioni avevano provocato alla donna uno sfregio permanente al volto. Sempre davanti al tribunale il medico fu invece assolto dall’accusa di lesioni gravi nei confronti di un’altra paziente e altre contravvenzioni sono state estinte con un’oblazione.

Mirella Serattini di recente è tornata a parlare della sua vicenda: a fine febbraio è stata infatti ospite di Paola Perego nel programma Parliamone…Sabato in onda su Rai 1. Ha lanciato un monito a tutte le donna a stare attente e a rivolgersi a medici specializzati in chirurgia plastica o almeno in dermatologia. Nel 2013 la donna aveva rilasciato un’intervista a Report. In quell’occasione aveva mostrato le particelle di silicone che ancora circolavano nel suo corpo con effetti che potrebbero essere mortali. Mirella Serattini aveva raccontato a proposito: “Sembrano dei serpenti, è una schifosissima gomma e io nel corpo ho tutte queste cose che circolano. Ce l’ho nelle gambe, l’ho in un seno, in un’ascella, l’ho in un occhio. E questa situazione è molto grave perché finché si formano granulomi esterni possono essere antiestetici o creare altri problemi, ma se si formano granulomi interni, vicino agli organi primari come il cuore, il fegato e il cervello, visto che questo olio di silicone, che si saputo è olio di silicone, è in circolo nel sistema linfatico, muori”.

L medico Stefano Stracciari aveva assicurato Mirella Serattini che le avrebbe iniettato e”un prodotto a base di acido ialuronico che usava da 20 anni e non aveva mai avuto nessun tipo di problema”. Invece la donna ha raccontato cosa è accaduto dopo qualche mese: “ho cominciato ad avere dei piccoli granellini di riso nel viso, ed ero molto spaventata. Erano piccoli granellini duri, qua e là. Sono andata da questo medico, mi ha detto che era una cosa normale e che me li avrebbe sciolti e nello stesso momento in cui li scioglieva, dall’altra parte mi iniettava dell’altra sostanza che diceva che questo doveva equilibrare”. Il viso di Mirella Serattini si è gonfiato e ha iniziato a fare male: “Ho cominciato ad avere dei dolori da ogni parte, il viso sempre più gonfio, per cui tu non riesci più ad avere la mobilità, non riesci a parlare, fai fatica a mangiare, fai fatica a vedere, perché avevo anche delle cose qua sopra, delle corna qua, tanto è che la gente si scansava o i bambini mi chiamavano la strega”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori