Auguri Buona Pasqua 2017/ Frasi e video: Card. Calciatori del Bari all’Ospedale pediatrico Giovanni XXIII

- Silvana Palazzo

Frasi di auguri di Buona Pasqua 2017: cosa fare nel giorno di festa? Le idee per coinvolgere anche i bambini nella preparazione dei biglietti e regali, come cartoline digitali e disegni

auguri buona pasqua 2019
Immagine di repertorio (Pixabay)

E’ sicuramente un momento importante quello della Santa Pasqua che sicuramente rende necessari dei gesti nei confronti di chi soffre o sta meno bene. Questo messaggio l’ha mandato in maniera inequivocabile il mondo dello sport che è riuscito a dimostrare ancora una volta quando sia importante la solidarietà. E’ così che domani il Bari, squadra che milita in Serie B, andrà a fare visita ai ricoverati dell’Ospedale pediatrico Giovanni XXIII. E’ una scelta che fa parte del progetto FC Bari Solidale e che sicuramente farà piacere ai piccoli e i loro parenti costretti per problemi di salute a passare questa festività all’ospedale. Un’iniziativa che viene appoggiata dal Presidente Cosmo Antonio Giancaspro che sarà presente in reparto alle ore 17.30 insieme ad alcuni calciatori della squadra barese. I galletti sicuramente saranno un bel regalo per i tanti bimbi che in questo momento di festa hanno bisogno di sorrisi e di speranza. (agg. di Matteo Fantozzi)

Ma in realtà può valere davvero per tutti – il messaggio di auguri e il pensiero per una buona Santa Pasqua dell’Arcivescovo di Milano, Cardinale Angelo Scola, può certamente esser utilizzato non tanto per essere “condiviso” a livello di social o simili. Una condivisione magari a degli amici, parenti, fidanzati o mariti, un modo per provare a sottolineare come l’importanza sociale della Chiesa può non essere riservata solo entro i limiti delle “questioni liturgiche” ma può penetrare a fondo nella società, in una festa come quella della Pasqua che è inevitabilmente cristiana come origine. «Per quanto travagliata possa essere la situazione socio-culturale in cui la Provvidenza ci ha chiamato a vivere il Vangelo e ad annunciarlo, il dono della fede e della comunione ecclesiale continua a costituire la principale nostra risorsa», ha detto Scola parlando questa mattina in Duomo davanti ai preti e consacrati della Diocesi. «Uomini e donne devono poter scoprire, incontrando il sacerdote immerso nel tessuto quotidiano delle nostre comunità e aggregazioni, il bene della cultura dell’incontro, anche in questa fase segnata da tremende violenze e paure». Il ministero del sacerdozio per Scola è un dono di Dio non perché indirizzato solo all’interno della Chiesa, bensì «Il dono che il Signore ci fa è tessuto dal popolo di Dio… Il popolo cristiano non è semplicemente il destinatario del nostro ministero, ma ne è la ragion d’essere e ci indica la modalità storica in cui tale ministero chiede di essere esercitato», ha concluso nell’omelia di questa mattina, facendo i finali auguri di una Buona Pasqua a tutta la Diocesi in questo inizio del Triduo Pasquale. (agg. di Niccolò Magnani)

Non sono solo gli adulti che devono scambiarsi gli auguri di Buona Pasqua 2017. Anche i bambini possono essere coinvolti nella celebrazione di questa festività che rievoca la morte e Resurrezione di Cristo. I più piccoli possono essere protagonisti della Pasqua non solo per le uova di cioccolato da scartare per scoprire quale sorpresa si nasconde dentro. Ai bimbi possono infatti essere insegnate delle filastrocche per augurare Buona Pasqua a mamma, papà e a tutti i parenti e gli amici riuniti per festeggiare. Rodari, Gozzano, Piumini etc. sono alcuni degli autori che hanno scritto versi in rima proprio per i più piccoli e dedicati alla Pasqua. I bambini, dai 4 anni in su, saranno sicuramente entusiasti di poter recitare davanti ai grandi la filastrocca che hanno imparato per l’occasione. E per gli adulti sarà un modo per stare insieme ai figli o ai nipoti, condividendo la gioia della ricorrenza e trascorrendo così la giornata di Pasqua in maniera divertente e allegra. Ecco alcune filastrocche che possono essere insegnate ai bambini per gli auguri di Buona Pasqua 2017: clicca qui per leggerle. (aggiornamento di Stefania La Malfa)

Con le celebrazioni iniziate per la Santa Pasqua, Papa Francesco ha rivolto anche i suoi personalissimi auguri di una buona Pasqua a tutti i fedeli, non solo quelli presenti nelle varie cerimonie dei prossimi giorni a Roma per il Triduo Pasquale. Sono parole importanti e legate a nucleo reale di questa festa: la resurrezione e la liberazione dal male per tutti gli uomini. La visita agli “ultimi” ovvero i carcerati – oggi Bergoglio farà la Lavanda dei Piedi ai detenuti del carcere di Paliano – dimostra esattamente quanto Francesco intende augurare e invitare in questi particolari giorni. «Alcuni dicono che sono colpevoli. Io rispondo con la parola di Gesù: chi non è colpevole scagli la prima pietra. Guardiamoci dentro e cerchiamo di vedere le nostre colpe. Allora, il cuore diventerà più umano». Nell’intervista di questa mattina a Repubblica sulle sfide e i problemi del mondo oggi in pieno vortice tra guerre, cronache e devastazioni, Papa Francesco ancora si fida e guarda agli ultimi della Terra, quei carcerati dimenticati quasi da tutti. «Il brano evangelico del giudizio universale dice ‘Sono stato prigioniero e siete venuti a trovarmi’. Ecco, il mandato di Gesù vale per ognuno di noi, ma soprattutto per il vescovo che è il padre di tutti». (agg. di Niccolò Magnani)

Auguri di Buona Pasqua 2017 speciali per i piccoli pazienti dell’ospedale di Basilea: i bambini hanno infatti ricevuto la visita di Roger Federer. Il tennista svizzero è andato a trovare i bimbi portando loro dei coniglietti di cioccolato. L’iniziativa in vista della festività che si celebra domenica prossima 16 aprile è stata organizzata con la Lindt, la multinazionale specializzata nella produzione di dolci. In un video postato da Roger Federer sul proprio profilo Facebook si vede il tennista intento a giocare con i bambini, a disegnare e a creare decorazioni per la Pasqua 2017. Roger Federer, due giorni prima di recarsi in ospedale per questa ‘dolce’ sorpresa ai piccoli ricoverati, aveva sfidato Andy Murray nella partita “Match for Africa” all’Hallenstadion di Zurigo. L’incontro era avvenuto a scopo benefico ed era stato vinto dallo svizzero. Poi Roger Federer ha deciso di mettersi ancora a disposizione degli altri con l’iniziativa rivolta ai bambini ospedalizzati. Ecco il messaggio scritto dal tennista su Fb: “Happy Easter! Had a great time surprising kids with Lindt at the children’s hospital in my home town of Basel”. Oltre a quella organizzata con Roger Federer la Lindt fa sapere che iniziative simili sono state realizzate, in vista della Pasqua 2017, in 10 ospedali per bambini in Svizzera. (aggiornamento di Stefania La Malfa)

Per degli auguri di buona Pasqua che provino, per una volta, all’andare alla radice profonda di questa festa, non possiamo non rivolgerci per una volta ad un autore considerato tropo spesso come “noioso”, “troppo lungo” e con “storie sulla Russia non attinenti alle nostre”. Nulla di più sbagliato: Fedor Dostoevkij, autore di capolavori memorabili come Delitto e Castigo, I fratelli Karamazov e Le Memorie del Sottosuolo, ha riservato spesso pensieri e frasi sulla Pasqua, il Natale, e tutte quelle feste che la sua travagliata fede cristiana rimettevano al centro ogni volta il dilemma a cui tutti noi siamo chiamati. Sono feste, spensierate magari, ma con nessuna attinenza al nostro animo umano, oppure ad esempio un giorno come la Pasqua che richiama la morte, il dolore, la libertà e la voglia di essere amati e liberati da una condizione di fatica, non è in realtà una vero invito alla nostra umanità di uscire fuori per una volta con la propria dimensione sincera e fragile? E allora vi “regaliamo” un piccolo e brevissimo pensiero del grande romanziere russo (non ve l’aspettavate vero? Credevate in una citazione da romano, ndr) che prova ad andare al centro della Pasqua con l’annuncio di resurrezione del Figlio di Dio che viene a riempire di senso la vita dell’uomo, come riteneva lo stesso Dostoevskij. «Il segreto dell’esistenza umana non sta soltanto nel vivere, ma anche nel sapere per che cosa si vive»: degli auguri del genere, forse ogni tanto, potrebbero essere anche apprezzati… (agg. di Niccolò Magnani)

Come recita il detto “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi” anche il prossimo weekend, quando si festeggerà appunto la Pasqua 2017, tanti italiani sceglieranno di partire per staccare un po’ la spina e godersi un paio di giorni di relax lontani dal lavoro. E per gli auguri ai parenti perché non spedire una cartolina? Si può decidere di inviarne una virtuale attraverso i social network oppure di acquistarne una reale, scrivere una frase che auguri Buona Pasqua e spedirla come si faceva una volta. Gli auguri arriveranno dopo qualche giorno ma la sorpresa sarà sicuramente assicurata visto che ormai questa consuetudine si è persa con il boom dell’uso dei nuovi mezzi di comunicazione in tempo reale. Ma dove trascorreranno gli italiani la Pasqua 2017? Secondo un’indagine condotta dal portale immobiliare Casa.it per il weekend di Pasqua 2017 la meta preferita dalla maggioranza degli italiani sarà il mare con la Liguria al primo posto. Il 51% delle richieste che sono state analizzate riguarda infatti località balneari: le previsioni del tempo indicano che il clima sull’Italia sarà soleggiato e mite quindi l’ideale per provare a fare anche il primo bagno della stagione. Il resto degli italiani invece si sposterà verso altre destinazioni: il 18% sceglierà la montagna, il 16% visiterà una città d’arte e il 12% partirà per il lago. Nella classifica delle località di montagna scelte dagli italiani per la Pasqua 2017 sul gradino più alto del podio sale Cervinia, in Valle d’Aosta, mentre per quanto riguarda i laghi, le mete preferite sono quelle del Lago di Garda. Riguardo invece alle città d’arte Roma batte tutte le altre: la Capitale riscuote quindi il successo maggiore tra le destinazioni di chi vuole partire per visitare monumenti e musei proprio in occasione della festività di Pasqua 2017. (aggiornamento di Stefania La Malfa)

Come augurare buona Pasqua in maniera originale ai cari? Non ci sono solo biglietti d’auguri: potreste realizzare un piccolo uovo di Pasqua o confezionare manualmente dei fiori. Potreste fare dei lavoretti di Pasqua una vera e propria tradizione, da condividere magari con i bambini. Le idee sono tante, così come sono molti i siti utili per trovarle. Pensiamo, ad esempio, a skuola.net, che propone una sezione ai docenti: lì si trovano link su lavoretti fai-da-te e sulle decorazioni per la Pasqua. In questo modo gli utenti possono cercare un’idea originale a seconda del destinatario. Un’ottima soluzione è rappresentata anche dal portale Maestra Mary, che propone giochi da fare con i bambini e lavoretti per Pasqua. Sono presenti idee simpatiche anche su Pianeta Donna, che offre anche delle piccole guide per realizzare un perfetto regalo pasquale o una decorazione anche con l’aiuto dei più piccoli, che potrebbero realizzare un lavoretto, ad esempio, per i nonni.

Direttamente da Dubai gli auguri di buona Pasqua da Michelle Hunziker. La bella conduttrice televisiva si è concessa, infatti, una vacanza in occasione delle imminenti festività pasquali. «Buone feste», scrive su Instagram la moglie di Tomaso Trussardi, che ha pubblicato un selfie per i suoi fan. Visibilmente sorridente sotto il sole, Michelle Hunziker ha approfittato, dunque, dell’occasione per fare gli auguri di Pasqua. Non è ancora estate, ma la conduttrice ha dimostrato di essere già in forma e, quindi, ha superato senza problemi la prova costume. I follower l’hanno notato e, oltre a ricambiare gli auguri, le hanno fatto i complimenti per quella che sembra un’eterna giovinezza. Forse ha bisogno di un po’ di abbronzatura, ma il mare le permetterà anche di ricaricare le pile. «Sono così felice! Finalmente mare!!!! Vi amooooooo! Buone feste !!!», ha scritto Michelle Hunziker nel post che potete visualizzare cliccando qui. (agg. di Silvana Palazzo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori