Terremoto oggi/ Ingv, ultime scosse: Marche, sisma M2.7 a Macerata (14 aprile 2017, ora 16.15)

Terremoto oggi, ultime scosse e Meteo: sisma di 2.2M a Pieve Torina, in provincia di Macerata. Bel tempo in Italia, con temperature al di sopra della media fino ad 8 gradi.

14.04.2017 - Morgan K. Barraco
macerie_terremoto_pixabay_2017
Terremoto oggi nelle Marche

Terza scossa di terremoto nelle ultime ore sempre in provincia di Macerata, questa volta però con una forza di magnitudo superiore a tutte quelle precedenti: non ci sono stati particolari danni segnalati né alle strutture né alla case presenti nella zona rossa colpita ancora una volta al terremoto e dallo sciame sismico. Alle ore 13.04 il sisma ha colpito senza provocare danni l’area attorno a Macerata con un grado di magnitudo pari allo 2.7 Richter: ipocentro segnalato dal centro nazionale INGV a 8 km di profondità sotto il livello del terreno, epicentro invece ancora una volta ricondotto ai comuni di Fiastra, Fiordimonte, Acquacanina, Pievebovigliana, Pieve Torina, Ussita, Muccia, Bolognola, Monte Cavallo, Visso, Camerino, Cessapalombo, Saranno, Castelsantangelo sul Nera, Serravalle di Chienti, Caldarola, Preci, Camporotondo di Fiastrone, Serrapetrona, Belforte del Chienti, Gualdo, San Ginesio, Sefro, Amandola, Montefortino. (agg. di Niccolò Magnani)

È ancora il centro Italia e ancora le Marche protagoniste del terremoto avvenuto come ultimo episodio dello sciame sismico in coso da oltre 12 ore. Zero danni e zero conseguenze negative per quanto avvenuto anche in questa ultima fase del terremoto marchigiano: alle ore 9.45 terremoto di grado M 2.0 in provincia di Macerata con qualche avvertimento anche nella zona dell’Abruzzo e dell’Umbria. Ipocentro calcolato e individuato dal centro nazionale INGV a circa 9 km di profondità sotto il livello del terreno, mentre l’epicentro viene fissato tra i comuni di Fiastra, Fiordimonte, Acquacanina, Pievebovigliana, Pieve Torina, Ussita, Bolognola, Visso, Monte Cavallo, Muccia, Castelsantangelo sul nera, Camerino, Cessapalombo, Serravalle di Chienti, Preci, Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Gualdo, Montefortino, Amandola, San Ginesio, Serrapetrona, Belforte del Chienti. (agg. di Niccolò Magnani)

Scossa di terremoto di media intensità avvenuta questa mattina a Macerata nelle Marche, anno seguito ad un lungo sciame sismico pervenuto da ieri sera. Non ci sono danni per fortuna, anche se resta alta l’emergenza anche in questo periodo di Pasqua per via della sempre attiva frequenza delle scosse sul centro Italia: alle ore 7.57 il sisma di grado M 2.2 con ipocentro calcolato dal centro nazionale INGV a circa 7 km sotto il livello del terreno. Epicentro del terremoto invece situato presso i comuni di Fiordimonte, Fiastra Acqucanina, Pieve Torina, Ussita, Muccia, Bolognola, Monte Cavallo, Visso, Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Serravalle di Chienti, Saranno, Cessapalombo, Caldarola, Preci, Camporotondo di Fiastrone, Serrapetrona, Belforte del Chianti, Gualdo, San Ginesio, Sefro. (agg. di Niccolò Magnani)

I movimenti tellurici nel mondo, avvenuti nei minuti successivi alla mezzanotte, si concentrano nell’area centrale della California. I sismografi internazionali hanno rilevato alle 00:21 un sisma di 3.8M a latitudine 36.47 e longitudine 121.00, ipocentro a 5 km di profondità. Alle 00:12 è stata colpita la Grecia da una scossa di 3.1M, individuata a latitudine 38.39 e longitudine 21.89, ipocentro a 2 km di profondità. Per quanto riguarda l’Italia, l’ultimo fenomeno del sottosuolo riguarda Pieve Torina, in provincia di Macerata, dove alle 23:49 si è verificato un sisma di 2.2M. Il Centro Nazionale Terremoto ha localizzato l’epicentro a latitudine 43.03 e longitudine 13.02, ipocentro ad 8 km di profondità. Coinvolte anche Monte Cavallo, Fiordimonte, Muccia, Pievebovigliana, Serravalle di Chienti, Fiastra, Visso, Acquacanina, Camerino, Ussita, Sefro, Preci, Sellano, Pioraco, Bolognola, Castelsantangelo sul Nera e Fiuminata.

Continua il bel tempo in Italia, grazie all’alta pressione che proviene dalle Azzorre e che permette alle temperature di raggiungere picchi al di sopra delle medie di stagione di 7-8 gradi. Diminuiscono quindi le pogge sulla maggior parte delle regioni, una condizione metereologica che durerà per tutta la giornata. Qualche nuvola è prevista invece nel Triveneto e nell’area tirrenica del Paese. L’alta pressione inizierà ad affievolirsi già da domani e comporterà un’instabilità del tempo che interesserà in particolar modo il Centro ed il NordEst. Piogge locali a Pasqua al Sud e sul medio Adriatico, mentre al Nord continuerà ad esserci il sole. Le previsioni di Meteo.it rivelano che il giorno di Pasquetta sarà interessato nuovamente dal bel tempo in tutta l’Italia, grazie all’allontanamento della perturbazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori