PREVISIONI METEO A PASQUA 2017 / Nella notte temporali su Marche e Umbria (ultime notizie, 15 aprile)

Previsioni meteo a Pasqua 2017 e maltempo: oggi, 15 aprile. Torna il maltempo su parte del nostro paese con la pioggia che si farà sentire a nord-est. La situazione di domenica e lunedì.

15.04.2017 - Matteo Fantozzi
meteo_nuvole_1_lapresse_2017
Meteo Pasqua e Pasquetta - La Presse

Le previsioni del tempo che ci portano alla giornata di Pasqua non sono di certo confortanti. Basti pensare che nella notte i temporali saranno in diverse parti del nostro paese. La maggiore concentrazione la vedremo però su Marche e Umbria dove sono previste precipitazioni per tutto l’arco della notte. La situazione sarà migliore invece per quanto riguarda il sud dove il cielo sarà limpido e privo di nubi. La pioggia cadrà anche sulla Valle d’Aosta, in Emilia Romagna e sul Friuli Venezia Giulia. Vedremo anche neve sull’alto Trentino Alto Adige, ma non attecchirà il ghiaccio in quanto la neve che cadrà sarà mista a pioggia. Le temperature rimarranno nelle medie stagionali con le minime che sfioreranno gli otto gradi a Potenza e le massimeche saliranno ai diciassette di Catania. (agg. di Matteo Fantozzi)

E’ all’insegna dell’instabilità il weekend di Pasqua 2017 secondo le previsioni meteo. In base infatti alle indicazioni di Meteo.it oggi il clima sarà instabile sulle regioni del Nord mentre domani l’instabilità si sposterà verso le regioni del Sud. Questa mattina è prevista qualche pioggia su Triveneto ed est Lombardia. Sono anche segnalati annuvolamenti sul resto del Nord e sulla Toscana mentre il tempo sarà più soleggiato sulle restanti regioni. Oggi pomeriggio aumenterà l’instabilità al Nord: temporali isolati saranno più probabili al Nordest, in Emilia Romagna, su Lombardia orientale, Liguria e basso Piemonte. Al Centrosud invece è previsto tempo bello con qualche nube sull’Appennino. Stasera il tempo peggiorerà sulle Marche, l’Umbria e le zone interne della Toscana con il rischio di qualche forte temporale. Per quanto riguarda le temperature i valori sono indicati in calo al Nord mentre si manterranno alti nelle altre regioni e saranno registrate punte di 25 gradi in Sicilia. (aggiornamento di Stefania La Malfa)

La giornata di oggi, sabato 15 aprile 2017, fa suonare i primi campanelli d’allarme nei confronti di quella che sarà la situazione poi del meteo durante i due giorni di festa di Pasqua e Pasquetta. Domenica dovremmo vedere temporali su Marche, Abruzzo e Molise già dal mattino. Nel pomeriggio poi la situazione dovrebbe anche peggiorare con pioggia su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Campania, Puglia, Basilicata e Molise. Dovrebbero quindi essere salvaguardate da questa situazione diverse regioni del nord come Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Liguria. Al centro invece ci dovrebbe essere sole su Toscana, Lazio e Campania. Anche sulle isole la giornata sarà gradevole. Passando a lunedì invece la situazione dovrebbe migliorare un po’ ovunque con i temporali che si andranno a scatenare soprattutto su Marche e Abruzzo durante la mattina e su Veneto, Campania e Calabria nel pomeriggio. Il resto del paese dovrebbe invece passare una gradevole giornata di Pasquetta.

Le previsioni del tempo di oggi, sabato 15 aprile 2017, ci parlano del ritorno del maltempo almeno in una parte del nostro paese. Questo porta ovviamente all’aumento della preoccupazione per Pasqua e Pasquetta. Andiamo però con ordine, partendo da questa mattina quando il maltempo si farà vedere al nord-est. Ci saranno temporali su Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, con le temperature che però non dovrebbero calare. Nel pomeriggio la situazione andrà via via peggiorando con la pioggia che si sposterà sia verso sud che verso ovest. I temporali infatti saranno presenti anche su Lombardia, Liguria a occidente e su Marche, Umbria e Abruzzo verso meridione. Le minime si vedranno nelle prime ore del mattino ad Aosta e Potenza con nove gradi. Le massime invece si aggireranno attorno ai ventiquattro gradi di Bari e ai ventitré di Cagliari e Milano. Staremo a vedere poi quali saranno le evoluzioni invece legate ai due giorni di festa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori