ISABELLA NOVENTA/ Le versioni dei tre indagati, ad un passo dal processo (23 aprile 2017)

- Morgan K. Barraco

Isabella Noventa, Debora Sorgato ultime notizie: Equitalia ha disposto il congelamento dei beni, in seguito al ritrovamento dei 124 mila euro da parte dell’ex compagno

deborasorgato_isabellanoventa_facebook
Isabella Noventa

Tra poco più di due settimane, il prossimo 9 maggio, si aprirà ufficialmente il processo sulla morte di Isabella Noventa, la segretaria 55enne che, secondo l’accusa, sarebbe stata uccisa da Freddy Sorgato, la sorella Debora e l’ex amante Manuela Cacco. Tutti e tre affronteranno un processo con rito abbreviato e questa sarà l’occasione per fare chiarezza sulle differenti versioni finora trapelate. Freddy, nella sua unica versione, infatti, ha attribuito la morte dell’ex fidanzata agli esiti drammatici di un gioco erotico avuto con la stessa donna. Manuela Cacco, tabaccaia veneziana e nemica in amore della vittima, aveva invece dichiarato di non avere nulla a che fare con il delitto per poi rivelare il presunto racconto resole da Debora Sorgato. A sua detta, sarebbe stata la sorella di Freddy a colpire la vittima con due colpi di mazzetta. Debora, invece, è sempre stata colei che ha preferito il silenzio e che non ha mai avanzato alcuna versione, neppure in riferimento ai soldi, qui 124 mila euro sequestrati dalle forze dell’ordine ed ora affidati a Equitalia Giustizia, come riferisce PadovaOggi.it. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Novità per il delitto di Isabella Noventa, ma questa volta si tratta di notizie collegate a Debora Sorgato. Equitalia Giustizia ha infatti disposto il congelamento del denaro della sorella dell’autotrasportatore, Freddy Sorgato, accusato di omicidio volontario assieme a Manuela Cacco. La decisione di Equitalia Giustizia arriva in seguito all’inchiesta condotta dal Ris di Parma in merito ai soldi ritrovati in precedenza dall’ex compagno di Debora Sorgato, il maresciallo Giuseppe Verde. Oltre un anno fa, infatti, l’ufficiale era stato protagonista del ritrovamento di 124 mila euro in contanti, nascosti all’interno di uno degli armadi della donna. Secondo le analisi effettuate dagli inquirenti, sottolinea Il Gazettino, sia il tesoretto che le armi sarebbero riconducibili direttamente a Debora Sorgato e verranno utilizzati per risarcire la famiglia di Isabella Noventa. 

Il ruolo di Debora Sorgato ha sempre attirato l’attenzione degli inquirenti. Descritta da molti come fredda e calcolatrice, la sorella di Freddy Sorgato è stata indicata da Manuela Cacco come la reale assassina di Isabella Noventa. Dettagli da appurare, resi impossibili anche dall’assenza del corpo della segretaria di Albignasego. Quest’ultimo, ormai, risulta irreperibile nonostante le numerose ricerche messe in atto dalle autorità in oltre un anno di indagine. Debora Sorgato ha sempre rigettato ogni accusa ed ha invece richiesto di poter essere scarcerata. Una detenuta modello, a detta degli agenti della Polizia penitenziaria, che in tanti mesi di detenzione non si è espressa in alcun modo sul delitto di Isabella Noventa, se non per dichiarare la propria innocenza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori