PAPA FRANCESCO/ Video, Regina Coeli del 23 aprile: “la Misericordia è una forma di conoscenza”

- Niccolò Magnani

Papa Francesco, video: Regina Coeli del 23 aprile 2017, le parole e la festa della Divina Misericordia in piazza San Pietro. “La misericordia è una forma alta di conoscenza”

papa_francesco_angelus_lapresse_2017
Angelus di Papa Francesco (LaPresse)

All’inizio del messaggio promosso da Papa Francesco in Piazza San Pietro oggi, prima della recita del Regina Coeli, il Santo Padre ha voluto sottolineare la particolare festività che oggi celebra la Chiesa cattolica, ovvero la Domenica in Albis. «L’espressione intendeva richiamare il rito che compivano quanti avevano ricevuto il battesimo nella Veglia di Pasqua. A ciascuno di loro veniva consegnata una veste bianca – “alba”, “bianca” – per indicare la nuova dignità dei figli di Dio. Ancora  oggi si fa questo: ai neonati si offre una piccola veste simbolica, mentre gli adulti ne indossano una vera e propria, come abbiamo visto nella Veglia pasquale» , racconta Francesco ai fedeli accorsi in piazza per il messaggio domenicale del Papa che sostituisce in queste settimane l’Angelus. Ma non è l’unica festa che oggi la Chiesa celebra appena dopo la Pasqua: «Nel Giubileo dell’Anno 2000, san Giovanni Paolo II ha stabilito che questa domenica sia dedicata alla Divina Misericordia. È vero, è stata una bella intuizione: è stato lo Spirito Santo a ispirarlo in questo. Da pochi mesi abbiamo concluso il Giubileo straordinario della Misericordia e questa domenica ci invita a riprendere con forza la grazia che proviene dalla misericordia di Dio». 

Proprio la misericordia torna ad essere centrale nella riflessione di papa Francesco prima di recitare il Regina Coeli: secondo Bergoglio, ricordando l’istituzione della festa voluta da San Giovanni Paolo II, la Misericordia «fa capire che la violenza, il rancore, la vendetta non hanno alcun senso, e la prima vittima è chi vive di questi sentimenti, perché si priva della propria dignità. La misericordia apre anche la porta del cuore e permette di esprimere la vicinanza soprattutto con quanti sono soli ed emarginati, perché li fa sentire fratelli e figli di un solo Padre». Per Francesco il tema della misericordia resta centrale nella testimonianza della fede cristiana anche dopo il Giubileo straordinario chiuso a fine 2016; « favorisce il riconoscimento di quanti hanno bisogno di consolazione e fa trovare parole adeguate per dare conforto. La misericordia riscalda il cuore e lo rende sensibile alle necessità dei fratelli con la condivisione e partecipazione. La misericordia, insomma, impegna tutti ad essere strumenti di giustizia, di riconciliazione e di pace». Davanti alla piazza piena di fedeli e pellegrini, Bergoglio ha in conclusione ricordato come la misericordia del Signore non sia un elemento “in secondo piano”, bensì una vera chiave di volta dell’intera fede cristiana una forma in sé completa con cui viene data visibilità alla risurrezione di Gesù Cristo. «La misericordia è una forma di conoscenza, questo è importante», ha intimato Papa Francesco prima di recitare il Regina Coeli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori