TERREMOTO OGGI/ Ultime scosse Ingv: Macerata, sisma M 2.6 a Fiordimonte (23 aprile 2017, ore 22:58)

- Morgan K. Barraco

Terremoto oggi, ultime scosse in provincia di Foggia: sisma di 4.0M, nella prima mattina. In arrivo venti di Scirocco su tutta l’Italia, temperature in aumento al Sud. 

terremoto_03_pixabay
Terremoto oggi (Foto: da Pixabay)

Un terremoto di magnitudo 2.6 sulla scala Richter si è verificato alle ore 22:36 di oggi, domenica 23 aprile 2017, a 3 km di Fiordimonte, in provincia di Macerata. Il sisma, come riportato dall’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), ha visto il proprio epicentro nel punto di coordinate geografiche 43.02 di latitudine e 13.12 di longitudine, con ipocentro individuato ad una profondità di 9 km del sottosuolo. Pochi minuti prima, alle 22:31, un terremoto di M 2.5 sulla scala Richter aveva invece fatto tremare la provincia di Rieti, con epicentro localizzato a soli 5 km da Amatrice. Di seguito l’elenco dei centri abitati situati nel raggio di 10 km dall’origine del movimento tellurico di M 2.6 sulla scala Richter in provincia di Macerata: Fiordimonte (MC), Fiastra (MC), Acquacanina (MC), Pievebovigliana (MC), Pieve Torina (MC), Ussita (MC), Muccia (MC), Bolognola (MC), Monte Cavallo (MC) e Visso (MC). (aggiornamento di Dario D’Angelo)

Puglia, Sicilia, Abruzzo e poi Marche: questa la mappa delle regioni in cui oggi è avvenuta almeno una scossa di terremoto. Quella più forte è avvenuta questa mattina in provincia di Foggia, ma per fortuna non sono stati segnalati danni a cose e persone. Poi la Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha registrato un sisma anche nelle Marche. Il terremoto, che è stato di magnitudo 2.6 sulla Scala Richter, è avvenuto alle 8:46. L’epicentro del terremoto è stato localizzato con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 43.02, longitudine 13.1 e ad una profondità di 8 chilometri. I Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro del terremoto sono i seguenti: Fiordimonte, Pieve Torina, Pievebovigliana, Fiastra, Acquacanina, Muccia, Monte Cavallo, Ussita e Visso. In questa stessa zona poco fa alle 17:25 è avvenuto un terremoto più lieve: è stato di magnitudo M 1.4. (agg. di Silvana Palazzo)

Dopo la scossa di terremoto avvenuta in provincia di Foggia, trema l’Abruzzo, dove un sisma è stato registrato questa mattina. Il terremoto segnalato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) è stato di magnitudo Mw 3.4 ed è avvenuto a latitudine 42.56, longitudine 13.33 e ad una profondità di 9 chilometri. Campotosto (AQ), Capitignano (AQ), Montereale (AQ) e Amatrice (RI) sono i Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro del sisma. Alle 12:03, invece, è avvenuto un terremoto di magnitudo ML 2.0 sulla Scala Richter in Sicilia e più precisamente nella zona delle Isole Eolie. L’epicentro del sisma è stato localizzato con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 38.38, longitudine 14.88 e ad una profondità di 11 chilometri. In questo caso è coinvolta la provincia di Messina: sono Lipari (ME), Santa Marina Salina (ME) e Leni (ME) i Comuni più vicini all’epicentro della scossa. (agg. di Silvana Palazzo)

Scossa di terremoto molto forte avvenuta nella prima mattina di oggi, domenica 23 aprile 2017, presso l’area vicino a Foggia in Puglia: grado di magnitudo 4.0 sulla scala Richter, nessun danno al momento segnalato o provocato, ma boato molto forte avvertito distintamente nelle zone vicino l’epicentro, 3.km nord ovest da Cagnano Varano (Fg). Forte paura in tutto il sud per il terremoto foggiano, per fortuna però senza danni e crolli segnalato in tutta l’area: alle ore 6.25 il forte sisma è stato registrato da INGV con un ipocentro a circa 22 km di profondità sotto il livello del terreno, con epicentro invece prodotto presso i comuni di Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Rodi Garganico, San Nicandro Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco In Lamis, Vico del Gargano. Zero danni anche per il terremoto che sempre oggi, in centro Italia, è occorso alla provincia di L’Aquila alle ore 7.38 della mattina, con grado M 3.4 Richter presso l’epicentro di Campotosto (Aquila). (agg. di Niccolò Magnani)

A pochi minuti dall’inizio di questa domenica, 23 aprile 2017, i sismografi italiani hanno localizzato un sisma di 2.7M in provincia di Perugia. Il punto colpito si trova a 2 km da Norcia, a latitudine 42.8 e longitudine 13.12, ipocentro ad 11 km di profondità. Interessate anche Preci, Castelsantangelo sul Nera, Cascia, Visso, Arquata del Tronto, Ussita, Accumoli, Cerreto di Spoleto, Poggiodomo, Sellano e Montegallo. L’episodio precedente risale invece alle 22:40 di ieri, quando la provincia di Macerata è stata colpita da una scossa di 2.3M. Il Centro nazionale Terremoto ha individuato l’epicentro a latitudine 42.91 e longitudine 13.16, ipocentro a 9 km di profondità. Colpite Castelsantagelo sul Nera, Ussita, Visso, Preci, Bolognola, Norcia, Montemonaco, Acquacanina, Fiastra, Montefortino, Fiordimonte, Montegallo, Monte Cavallo, Pieve Torina, Amandola, Pievebovigliana, Arquata del Tronto, Sarnano e Sellano.

Tempo stabile in Italia, grazie all’alta pressione che comporteranno un rialzo delle temperature. Il bel tempo durerà anche nei prossimi giorni, soprattutto in occasione del ponte del 25 aprile. Il Nord verrà colpito forse da qualche nuvola, mentre le Alpi potrebbero essere interessate da piogge localizzate. Il peggioramento sarà previsto sempre al Nord nella giornata di mercoledì, a causa di una perturbazione che colpirà anche la Toscana. Le previsioni di Meteo.it rivelano inoltre che tutta l’Italia verrà colpita dallo Scirocco. Nella giornata di oggi previste nuvole in Toscana e Liguria, con qualche pioggia concentrata nella fascia oraria del mattino. Le nuvole aumenteranno durante la notte nelle regioni settentrionali, mentre la Sicilia e il Sud saranno interessate da un aumento delle temperature.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori