ALLARME MENINGITE/ Milano, 18enne in prognosi riservata, profilassi per l’intera classe (ultime notizie)

- Emanuela Longo

Allarme meningite, ultime news: nuovo caso sospetto a scapito di un 18enne, ricoverato al Niguarda di Milano. L’intera classe, amici e professori, sottoposta a profilassi.

porta_ospedale_pixabay
Ospedale (Pixabay)

L’allarme meningite in Italia prosegue, dopo i numeri casi, veri e presunti, finora registrati. Questa volta la segnalazione arriva da Milano, precisamente dal pronto soccorso dell’ospedale Niguarda. Si tratterebbe di un nuovo presunto caso di “sospetta sepsi meningococcica” che avrebbe interessato un giovane ragazzo di 18 anni residente nella città meneghina. A comunicarlo nella mattina odierna è stato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, come riportato dall’agenzia di stampa Ansa. L’assessore ha spiegato come siano già state compiute le prime indagini di laboratorio che avrebbero rilevato “il liquor di aspetto torbido”. “Tutte le evidenze cliniche portano ad una sospetta meningite da meningococco, siamo in attesa di ricevere la tipizzazione”, ha aggiunto, facendo inevitabilmente scattare l’allarme.

A spingere il 18enne a recarsi presso il pronto soccorso del Niguarda sarebbero stati alcuni sintomi ben riconducibili ad una presunta meningite: febbre alta e cefalea. Sintomi che già da ieri si erano evidenziati in modo piuttosto evidente ma che avrebbero portato solo oggi al suo ingresso nel nosocomio milanese. Il giovane è giunto cosciente ma con presenza di petecchie. Prontamente ricoverato, attualmente si trova nel reparto di terapia intensiva in prognosi riservata. I familiari del 18enne sono stati già sottoposti a profilassi. Operazione, questa, che nelle prossime ore sarà estesa anche agli studenti ed agli insegnanti del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci presso il quale il 18enne frequenta l’ultimo anno. Il preside della scuola sarebbe già stato messo a conoscenza del presunto caso di meningite, quindi provvederà presto ad informare le famiglie degli studenti che dovranno essere sottoposti a profilassi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori