A 10 ANNI MUORE SUL CIRCUITO DI ALONSO/ Scontro fatale, il pilota spagnolo: “giorno triste della mia vita”

- Silvana Palazzo

A 10 anni muore sul circuito di Fernando Alonso: fatale l’impatto con un altro kart. Il cordoglio del pilota spagnolo, la nota congiunta della Fondazione della pista e della Federazione

fernando_alonso_1_f1_lapresse_2017
Diretta Formula 1 - LaPresse: Fernando Alonso, si corre in casa dello spagnolo

Tragedia in Spagna, dove un pilota di kart di soli 10 anni sabato è morto sul circuito intitolato a Fernando Alonso. Il piccolo Gonzalo Basurto Movila, originario di Medina di Pomar, stava effettuando delle prove in vista della gara valida per il campionato delle Asturie: sulla pista del kartodromo di Oviedo si è scontrato con un altro veicolo, dal quale è stato poi colpito. Inutili i soccorsi per il bambino. Dopo l’incidente, infatti, è stato subito soccorso da un elicottero e poi trasportato all’ospedale Universitario Central de Asturias, dove i medici hanno fatto il possibile: il bambino, però, non è sopravvissuto alle ferite ed è morto. La Fondazione del “Circuito y Museo Fernando Alonso” ha garantito di aver messo in atto tutte le misure di sicurezza necessarie per le prove della gara di kart in cui si è verificato lo scontro.

Stando a quanto riportato dal quotidiano El Mundo, Gonzalo Basurto Movila indossava tutte le protezioni necessarie, ma tuta, guanti e casco non sono bastati a salvargli la vita. Anche la Federazione automobilistica del principato ha assicurato che l’intervento dei servizi di assistenza e sanitari sono stati esemplari, così come l’attuazione di tutti i protocolli di emergenza, come in un test ufficiale. Il pilota della McLaren-Honda, invece, ha commentato con un tweet la tragedia: «Mi alzo e vivo uno dei giorni più tristi della mia vita. Un abbraccio enorme a tutta la famiglia di Gonzalo e al mondo del kart». Una notizia straziante per lo spagnolo, impegnato negli Stati Uniti per la 500 miglia di Indianapolis. Clicca qui per visualizzare il tweet di Alonso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori