SIMONE MORO/ Vento sradica la tenda a 6mila metri in Nepal: “ho rischiato di morire” (ultime notizie)

- Niccolò Magnani

Simone Moro, alpinista rischia la vita in Nepal a seimila metri: vento sradica la tenda, “ho rischiato di morire sbattuto sulle rocce”. Ultime notizie di oggi 26 aprile, la lunga traversata

simone_moro_alpinista_malpensa_nepal_lapresse_2017
Simone Moro, alpinista (LaPresse)

Simone Moro ha rischiato la vita ed è lo stesso alpinista italiano, tra i più celebri al mondo, a raccontarlo in un audio caricato su Facebook un giorno fa: da quattro giorni al campo base del Kanchenjunga in Nepal, a circa 5600 metri di altitudine, Simone Moro ha raccontato come una terribile bufera di vento e neve ha rischiato non solo di compromettere la traversata più alta del pianeta, ma anche qualcosa di molto più prezioso. «Sono qui da pochissimo – ha raccontato ieri su Facebook – e la cosa incredibile è che quasi ci lascio la pelle», si avverte una certa preoccupazione nella sua voce anche se la disamina su quanto è successo è comunque lucida. «Le violentissime raffiche dell’altra notte hanno praticamente distrutto tutti i campi, risparmiando solo il nostro anche se a un certo punto la mia tenda è stata materialmente sollevata e io mi sono trovato per aria finché non sono atterrato sulla morena sottostante», conclude Simone Moro assieme alla compagna di spedizione, l’altoatesina Tamara Lunger. Clicca qui per l’audio di Simone Moro in cui spiega le sue condizioni

Per l’alpinista bergamasco Simone Moro ha raccontato con brivido il suo arrivo al campo base del Kanchenjunga prima del percorso da record che intende affrontare nei prossimi giorni. Assieme alla sua compagna di spedizione Tamara Lunger, l’obiettivo fissato è la cima sud a 8476 metri, di fatto la terza montagna più alta del mondo: una traversata per arrivarci che sarebbe però la più alta del pianeta, visto quanto attende i due alpinisti estremi. Come spiega l’Eco di Bergamo, «una cavalcata che dall’altopiano del Kangbachen condurrà gli alpinisti lungo l’incredibile skyline che porta alla cima a una quota sempre superiore agli 8.200 mila metri per un totale di 5 chilometri e mezzo». L’inizio però non è stato certo dei migliori e le prossime ore saranno decisive per Moro e compagnia per capire se effettuare comunque il viaggio estremo o rinunciare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori