BONUS MAMME/ 800 euro a figlio, dal 4 maggio la presentazione delle domande: ecco come si fa e i requisiti

- Dario D'Angelo

Bonus mamme: dal 4 maggio si potranno presentare le domande per avere accesso alla cifra di 800 euro per ogni figlio partorito (o minorenne adottato). Le info utili e le modalità 

donna_incinta_sorellina_pixabay_2017
Mamma col pancione

Chi ha diritto a richiedere il bonus mamma da 800 euro? La risposta arriva direttamente dall’Inps, che attraverso una circolare ha chiarito che a partire dal 4 maggio le circostanze per cui si potrà presentare domanda per ottenere il beneficio sono le seguenti: la prima, coincide con il compimento del 7° mese di gravidanza (inizio dell’8° mese di gravidanza); la seconda è quella della nascita (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza); la terza è l’adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983; e la quarta è l’affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983. In ognuno di questi casi bisognerà presentare un’unica domanda: se, ad esempio, si è fatta richiesta del bonus al compimento del settimo mese di gravidanza, non si potrà ripresentare domanda al momento della nascita, e viceversa. Nel caso in cui la mamma sia una minore o comunque una persona incapace di agire per altri motivi, il pin necessario ad inoltrare la domanda sarà rilasciato al suo legale rappresentante (genitori o tutori).

Dal 4 maggio sarà possibile inoltrare domanda all’Inps per ricevere il cosiddetto bonus mamme da 800 euro, il contributo statale volto a favorire le donne in gravidanza chiamate a sostenere spese ingenti nelle fasi immediatamente precedenti e successive ad una nascita. Ed è stata proprio l’Inps, attraverso una circolare, a chiarire i contorni del bonus, definendo le modalità di richiesta che bisognerà rispettare per averne diritto. Nel documento si sottolinea che ad avere accesso al bonus mamma saranno non solo le donne in gravidanza, ma anche coloro che adotteranno un minore. Il bonus, che come detto sarà pari a 800 euro per figlio (quindi 1600 euro in caso di una coppia di gemelli, e così via), dovrà essere richiesto esclusivamente per via telematica. I canali percorribili saranno il web, (seguendo questo percorso sul portale dell’Istituto: www.inps.it >Servizi on line> servizi per il cittadino> autenticazione con il PIN dispositivo> domanda di prestazioni a sostegno del reddito> premio alla nascita), un numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile ma a pagamento), o Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori