Cadavere nei boschi/ Eupilio, scoperto da alcuni ragazzini: il corpo presenta un foro in testa (4 aprile 2017)

- Morgan K. Barraco

Cadavere nei boschi a Eupilio: un gruppo di ragazzini ha ritrovato il corpo di un uomo durante una campagna ecologica. L’autopsia ha evidenziato la presenza di un foro in testa (4 aprile)

poliziadistato_facebook_2017
71enne morta assiderata coi polsi legati

Sarebbe stato ucciso l’uomo ritrovato cadavere in un bosco ad Eupilio, in provincia di Como, da alcuni ragazzini di scuola media che stavano svolgendo un’iniziativa ecologica con i loro insegnanti. Ne sono convinti i carabinieri di Erba e i militari dell’Arma del radiomobile e del nucleo operativo della compagnia di Como a cui, come riportato dall’edizione online de Il Corriere della Sera, sono state affidate le indagini. Ad indirizzare in questo senso l’inchiesta sarebbe stata in particolare l’autopsia. svolta ieri all’ospedale Sant’Anna, che secondo indiscrezioni avrebbe messo in luce la presenza di un foro nella testa della vittima, riconducibile con ogni probabilità a quello provocato da una ferita da arma da fuoco. Non si segnalano passi avanti, per ora, sull’identificazione del cadavere di Eupilio: il morto, ritrovato nudo sotto una coltre di terra, dovrebbe essere un uomo di età compresa fra i 50 e i 60 anni, stempiato e con pochi capelli brizzolati. La descrizione non coincide con nessuna segnalazione di sparizione presentata nelle province di Como e Lecco negli ultimi mesi. Per questo motivo gli inquirenti stanno allargando il raggio delle loro ricerche nella speranza di arrivare alla verità sul giallo di Eupilio. (aggiornamento di Dario D’Angelo)

Potrebbe trattarsi di omicidio. Questa l’ipotesi delle autorità in merito al ritrovamento del corpo avvenuto a Eupilio, in provincia di Como. L’allarme è stato lanciato da un gruppo di ragazzini che hanno avvistato il naso della vittima ed una ciocca di capelli mentre erano impegnati in un’attività di pulizia dell’area boschiva del paesino. Pochi istanti per capire che si trovavano di fronte ad un cadavere – sepolto presumibilmente un mese fa – prima di chiamare i Carabinieri di Erba. Maggiori aggiornamenti verranno dati nelle prossime ore, in seguito all’autopsia che potrà chiarire quale sia stata la causa del decesso. Il medico legale per ora ha ipotizzato che la vittima sia morta al massimo due messi fa, in base alle condizioni del corpo, e alcuni elementi farebbero pensare all’intervento di una seconda persona per la sepoltura. L’altra alternativa, sottolinea Il Corriere della Sera, è che il corpo sia stato occultato a causa di un fenomeno naturale, ipotesi tuttavia remota in base all’accuratezza con cui è stata sepolta la vittima. Per ora, gli inquirenti non sarebbero riusciti ad avere conferme sull’identità dell’uomo in seguito al controllo incrociato con i casi di scomparsa avvenuti nella zona nello stesso periodo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori