LE SPOSE BAMBINE/ Luigi Pelazza in Albania tra matrimoni forzati e pedofilia (Le Iene Show)

- Silvana Palazzo

Le spose bambine: Luigi Pelazza de Le Iene Show si è recato in Albania per indagare sul fenomeno dei matrimoni forzati, diffuso anche in Italia. Il confine con la pedofilia è stato superato

islam_bambine_velo_1_lapresse_2016
Multiculturalismo appiattito e integrazione religiosa (LaPresse)

Le Iene Show accendono i riflettori sulla pratica dei matrimoni forzati: Luigi Pelazza nella puntata di oggi affronterà il problema delle spose bambine, che dal punto di vista geografico è più vicino di quanto si possa pensare. Il programma di Italia 1 si è recato in Albania, dove esiste ancora un sistema patriarcale: il papà sceglie, infatti, a chi dare in sposa sua figlia. Bambine di 13-14 anni vengono, quindi, promesse a uomini di 25-30 anni. La questione non riguarda solo la mancata opportunità per queste ragazzine di vivere la propria adolescenza, ma anche (e soprattutto) il fatto che in questo modo l’uomo viene legittimato a fare sesso con una minorenne. In Italia si configurerebbe così il reato di pedofilia, ma anche nell’ordinamento giuridico albanese c’è una legge simile. Lì, però, c’è un intero sistema che fa finta di nulla e decide così di ignorare quella che in realtà è una vera e propria emergenza sociale. Ne parleranno, appunto, Le Iene Show.

Quello delle spose bambine è un problema che ci riguarda da vicino, perché questo fenomeno è presente anche in Italia. Succede che alcune famiglie del nostro Paese si accordano per combinare il matrimonio, che poi viene perfezionato all’estero. Questa piaga colpisce centinaia di ragazzine, motivo per il quale la commissione Giustizia del Senato sta studiando una normativa per contrastare la pratica dei matrimoni forzati. In Italia si registrano centinaia di casi ogni anno: famiglie residenti nel nostro Paese si accordano con corrispondenti di quelli di origine, dove poi viene celebrata la cerimonia. I numeri a livello globale sono impressionati e li ha forniti l’Unicef in occasione della Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze che si è tenuta l’11 ottobre scorso: nel mondo 720 milioni di donne tra i 20 e i 24 anni si sono sposate prima dei 18 anni e 23 milioni di queste prima di aver compiuto 15 anni. Inoltre, ogni anno 15 milioni di matrimoni vedono protagonista una minorenne. Una volta su tre, quindi parliamo di cinque milioni di casi, si tratta di una bambina che ha meno di 15 anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori