GIOVANE DONNA TROVATA MORTA IN CASA / Lodi, segni di violenza: seminuda e con un cuscino sul viso

- Emanuela Longo

Giovane donna trovata morta in casa, ultime news: segni di violenza sul suo cadavere, la scoperta ad opera del vicino di casa grazie a macchie di sangue in ascensore.

poliziadistato_facebook_2017
71enne morta assiderata coi polsi legati

Si è trattato di un vero e proprio omicidio efferato, quello che si è consumato a Lodi, in un appartamento in periferia al terzo piano, dove un vicino di casa ha effettuato la macabra scoperta. Il rinvenimento è stato possibile grazie alla presenza di macchie di sangue che partendo dall’ascensore hanno condotto l’uomo fino alla porta della vittima. Di lei si sa solo che si tratta di una giovane donna sudamericana la cui identità però al momento non è stata rivelata. Tuttavia come riporta MilanoToday.it, sul cadavere della vittima sono stati riscontrati segni di violenza tali da far parlare sin da subito di omicidio. Non solo: la donna è stata rinvenuta riversa sul pavimento, seminuda e coperta di sangue mentre sul viso vi era ancora un cuscino. Evidenti poi le ferite molteplici provocate da un’arma da taglio lungo tutto il corpo. Le indagini, intanto, proseguono al fine di fare maggiore chiarezza su quanto avvenuto a Lodi nelle passate ore.

Shock a Lodi, dove nella giornata di oggi è stato rinvenuto il cadavere di una giovane donna all’interno di un appartamento, al terzo piano di una palazzina alla periferia della città. La notizia arriva dal quotidiano Repubblica.it, che rivela i primi inquietanti dettagli della scoperta macabra avvenuta ad opera di un vicino di casa, insospettito da alcune macchie di sangue fresco rinvenute sul pavimento dell’ascensore. L’uomo, a quel punto, avrebbe iniziato a seguire le tracce ematiche che lo avrebbero portato fino alla porta di ingresso dell’appartamento della donna, una giovane di origine sudamericana, nel quale la vittima viveva. A quel punto avrebbe dato prontamente l’allarme chiamando le Forze dell’Ordine e riferendo della sua terribile scoperta. Gli stessi agenti non hanno permesso l’accesso nell’appartamento da parte del personale di soccorso al fine di evitare un possibile inquinamento della scena del ritrovamento del cadavere.

Sul posto, dopo l’allarme sono prontamente giunti gli agenti della Questura di Lodi con il procuratore della Repubblica, Domenico Chiaro, che hanno avviato prontamente le indagini per omicidio. Si esclude, dunque, una morte accidentale mentre sin da subito avrebbe preso piede la pista del delitto efferato anche alla luce di evidenti segni di violenza rinvenuti sul corpo della giovane donna sudamericana. Dopo la scoperta del vicino di casa che ha permesso di dare immediatamente l’allarme, sono partite le indagini che in queste ore stanno cercando di far luce su quanto accaduto a Lodi in una giornata di festa come quella odierna. Nessuna informazione, al momento, in merito ai dettagli dell’uccisione della vittima, né alle generalità della vittima, ma solo un dato importante dal quale partire: la sua è stata senza ombra di dubbi una morte violenta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori