PROMESSA SPOSA A 15 ANNI/ La madre “era contenta e consenziente: studiare non serve per fare la moglie”

- Linda Irico

Promessa sposa a 15 anni, una ragazza di origini egiziane residente a Torino ha tentato il suicidio e poi ha denunciato tutto. Per la madre era “felice e consenziente”

islam_bambine_velo_1_lapresse_2016
Multiculturalismo appiattito e integrazione religiosa (LaPresse)

Una 15enne di origini egiziane ma residente a Torino, promessa sposa dalla madre ha uno sconosciuto, ha denunciato l’accaduto al Telefono Azzurro dopo aver tentato il suicidio ed è stata affidata a una comunità dopo l’intervento dell’Ufficio Minori del Comune di Torino. Di questa storia, di cui avevamo già parlato in un precedente articolo, emergono nuovi particolari. La ragazza è stata convinta da una compagna di classe ha fare la chiamata che ha poi messo in moto gli accertamenti di polizia. Agli agenti del commissariato Barriera Nizza che l’hanno ascoltata è apparsa così: “Era come un pulcino disperato, alla ricerca di aiuto nell’affrontare questa cosa più grande di lei”. La preside dell’istituto professionale da lei frequentato ha spiegato che la giovane aveva confidato a una sua compagna di essersi tagliata le vene dei polsi: “Era smarrita e ha trovato aiuto nella sua amica del cuore”.

Stando a quanto riporta l’Huffingtonpost, la madre della ragazza avrebbe invece sostenuto una tesi molto diversa: “Mia figlia non ha mai tentato il suicidio, era felice e consenziente. Il matrimonio si sarebbe celebrato solo alla fine della scuola“. La scelta fatta dalla donna, 39enne vedova con altri altri tre figli piccoli tra cui due bambine di tre e sei anni, viene spiegata così da Amir Younes, responsabile della scuola araba torinese ‘Il Nilo’ ed esponente di spicco della comunità egiziana torinese: “E’ una donna che ha sempre avuto a cuore l’istruzione e il benessere dei figli. Nella nostra cultura si fa una promessa di matrimonio che, se uno dei due ragazzi non è d’accordo, viene sciolta”. La donna avrebbe inoltre detto alla figlia che “per prendersi cura del proprio marito, non serve un’istruzione”. La ragazzina però ha altri progetti: “Non voglio sposare un uomo che non conosco e che non amo. Voglio studiare e cambiare vita”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori