DIVORATO DAI COCCODRILLI/ Pastore africano ha voluto mostrare come Gesù camminava sulle acque

- La Redazione

Voleva mostrare ai suoi fedeli che la sua fede era davvero grande, così il pastore di una chiesa evangelica africana ha cercato di attraversare le acque di un fiume popolato di coccodrilli

coccodrillo_pixabay
Divorata viva da un coccodrillo, foto Pixabay

Tutto quello che sono riusciti a recuperare sono stati i suoi pantaloncini e i sandali. Divorato per intero dai coccodrilli. Ma se l’e andata a cercare lui, a dimostrazione di quanto anche la fede, se vissuta in modo appariscente, sui gesti fini a se stessi e non in un dialogo personale con Dio, conduce a cose folli. E’ successo nello Zimbabwe, paese africano, dove Jonathan Mthethwa, pastore della Chiesa dei Santi dell’ultimo giorno (nata in America e molto diffusa specie nei paesi del terzo mondo) voleva dimostrare ai suoi fedeli come aveva fatto Gesù a camminare sulle acque, far vedere loro che la sua fede non era minore di quella del Salvatore. Insomma, un po’ di presunzione, a cercare di replicare i gesti miracolosi del Cristo, aggravata dal volerlo fare attraversando un fiume tristemente noto come Crocodile River per una ragione precisa: è abitato da numerosi di quei pericolosissimi animali. Almeno Gesù aveva scelto acque meno pericolose… Così, secondo quanto hanno raccontato i testimoni, il pastore ha camminato (non sull’acqua, ma sul fondo ovviamente) per circa trenta metri quando improvvisamente è scomparso: tre coccodrilli si erano avventati su di lui. Lo hanno divorato e di lui sono rimasti solo i pantaloncini e i sandali. Uno dei fedeli ha raccontato che il pastore la domenica precedente aveva promesso che avrebbe dimostrato a loro la sua fede. I commenti dei fedeli sono sconcertanti: “Non riusciamo a capire come possa essere successo, aveva digiunato e pregato per tutta la settimana. I coccodrilli lo hanno divorato in due soli minuti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori