INCIDENTE STRADALE/ A4, Bergamo: tamponamento e traffico in tilt. Un morto su Ss Sora (oggi 15 maggio)

- Niccolò Magnani

Incidente stradale, ultime notizie di oggi 15 maggio 2017: A4, Bergamo, tamponamento e traffico in tilt in direzione Milano. Un morto su Ss Ferentino-Sora dopo schianto nella notte

Autostrada_alto_lapresse
Immagini di repertorio (LaPresse)

Mattinata molto difficile sull’A4 per un incidente stradale nel tratto Bergamo-Capriata in direzione Milano durante l’orario di maggiore afflusso di veicoli per la ripresa del lavoro il lunedì mattina: alle 7 di mattino un tamponamento tra due auto, con successivo ribaltamento delle stesse sulla carreggiata verso Milano ha causato circa 6 chilometri di coda, in aumento ancora in queste ore. Gravissimo l’incidente ma per fortuna non ci sono stati feriti gravi conseguenze sui conducenti delle auto incidentale e ora estratti dalle carcasse delle lamiere in buone condizioni. Il traffico scorre per ora su due corsie sole, con evidenti problemi sul traffico: «In alternativa si consiglia di uscire a Bergamo seguire le indicazioni per la strada provinciale 525 in direzione Osio – Brembate, con rientro in autostrada a Capriate», riporta il sito di Autostrade per l’Italia.

Grave incidente stradale nella notte sulla Superstrada Ferentino-Sora nella Ciociaria: intorno alla mezzanotte una Fiat Bravo e una Fiat Uno si sono scontrate per cause tutte da verificare. Purtroppo, a differenza dell’incidente avvenuto a Bergamo questa mattina, il bilancio in questo secondo incidente molto grave della giornata è assai più tragico: impatto violento e 37enne di Alatri morto appena arrivati i soccorsi che tentavano una inutile rianimazione. L’impatto e l’incidente è sopraggiunto a pochi metri dai distributori di benzina prima dello svincolo di Sora e per il traffico notturno qualche lieve coda si è generata sulla suoperstrada: resta il tragico epilogo per motivi ancora tutti a verificare, l’impatto tra le due auto è stato terribile e per uno degli autisti davvero non c’è stato nulla da fare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori