Terremoto oggi/ Ingv, ultime scosse: Ravenna, sisma M 2.9 a Faenza (23 maggio, ora 16:15)

- Morgan K. Barraco

Terremoto oggi, ultime scosse nel mondo: sisma di 4.3M nel Mar di Banda. Prevista instabilità e scarsi rovesci su Sardegna e Golfo di Taranto, sole nel resto d’Italia

caldo_meteo_temperature_previsioni_estate_tempo_farmacia_anticiclone_lapresse_2017
Meteo (Foto: LaPresse)

Nuovo forte terremoto in centro Italia, questa volta nella inconsueta area di Ravenna – rispetto agli ultimi mesi ovviamente – con una scossa di grado M 2.9 sulla scala Richter che ha fatto registrare un’impennata di attività sismica in questi ultimi minuti. Alle ore 15.47 il sisma ha colpito con un ipocentro di 23 km sotto il livello del terreno, senza provocare per fortuna danni e crolli nella aree vicine al terremoto: per quanto riguarda l’epicentro, il centro INGV ha segnalato i comuni di Faenza, Castrocaro Terme, Brisighella, Modigliana, Dovadola, Forlì, Castel Bolognese, Riolo Terme, Predappio, Solarolo, Meldola, Cotignola, Rocca San Casciano, Bagnara di Romagna, Forlimpopoli e Tredozio. (agg. di Niccolò Magnani)

Un terremoto di magnitudo 2.9 sulla scala Richter si è verificato alle ore 7:22 di oggi, martedì 23 maggio 2017, con epicentro localizzato a 3 km da Norcia. Il sisma, come riportato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), ha avuto origine nel punto di coordinate geografiche 42.81 di latitudine e 13.13 di longitudine, con ipocentro individuato ad una profondità nel sottosuolo di 11 km. Questo l’elenco completo dei centri abitati situati nel raggio di 20 km dall’origine del movimento tellurico: Norcia (PG), Castelsantangelo sul Nera (MC), Preci (PG), Cascia (PG), Arquata del Tronto (AP), Visso (MC), Ussita (MC), Accumoli (RI), Cerreto di Spoleto (PG), Montegallo (AP), Sellano (PG), Poggiodomo (PG) e Montemonaco (AP). Pochi minuti dopo la prima scossa, alle ore 7:27, una nuova scossa di M 2.5 ha interessato nuovamente il comune di Norcia: non si segnalano danni a cose e/o persone. (agg. di Dario D’Angelo)

Nella prima ora di oggi, martedì 23 maggio 2017, si registra un’assenza di fenomeni tellurici importanti in tutto il mondo. L’ultimo episodio che riguarda la scena internazionale risale infatti alle 23:04, quando un sisma di 3.1M ha colpito l’Alaska. L’epicentro è stato localizzato a latitudine 58.53 e longitudine 157.17, ipocentro a profondità 0 km. Alle 22:35 è stato invece colpito il Mar di Banda da una scossa di 4.3M, individuata a latitudine 4.73 e longitudine 126.61, ipocentro a 43 km di profondità. Per quanto riguarda l’italia, dalla mezzanotte in poi sono state registrate diverse scosse di bassa intensità, che variano da un minimo di 0.7M, scossa avvenuta alle 00:27 in provincia di Macerata, fino ad un massimo di 1.6M. Quest’ultimo episodio si è verificato alle 00:21 a 5 km da Visso, in provincia di Macerata.

Le previsioni del tempo rivelano che la giornata di oggi continuerà a regalare sole alla maggior parte delle regioni italiane. Questo non vorrà dire un’assenza di precipitazioni, che saranno comunque scarse e collegate alle ore del pomeriggio, oltre che previste sulle zone montuose del CentroSud e sulle Alpi orientali. L’instabilità dovrebbe avere breve durata, diventando poi più attiva nella giornata del prossimo giovedì. Secondo il bollettino di Meteo.it, le temperature subiranno un leggero rialzo, con valori che supereranno i 25°C per quanto riguarda il Nord, la Sardegna e le regioni tirreniche. Mari poco mossi o calmi, mentre i venti avranno intensità debole. Nelle ore serali previsto inoltre uno sconfinamento delle perturbazioni sulle coste ioniche e sul Golfo di Taranto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori