14ENNE GIRA VIDEO HOT A SCUOLA/ Poi si spaventa “aiutami mamma!”

- Silvana Palazzo

Acerra, 14enne gira video hot a scuola: nuovo caso Tiziana Cantone? Scatta inchiesta tra l’omertà dei ragazzi. Le ultime notizie e gli aggiornamenti sul nuovo scandalo finito sui social

cellulare_smartphone_2_pixabay
Agcom, multe a Wind Tre e Tim per le bollette a 28 giorni (Pixabay)

L’incubo di finire sul web per un video hot ha tenuto sveglia notte e giorno una ragazza di 14 anni, che poi ha deciso di confessare tutto alla madre. L’adolescente di Acerra ha raccontato la sciocchezza commessa, probabilmente la più grande della sua vita. Tutta colpa di un gioco che si è spinto oltre: la minorenne, suo malgrado, è diventata protagonista di un video hot e di fotografie dove è stata ritratta seminuda. La ragazza non è riuscita ad evitare la loro diffusione e, infatti, in queste ore il video e le foto stanno facendo il giro delle chat, tutte di ragazzini, e forse potrebbero essere già arrivate su Facebook.

Dopo la confessione della ragazza, che teme le conseguenze per la diffusione di quel materiale, i genitori si sono rivolti ai militari della compagnia di Castello di Cisterna, i quali ora stanno scandagliando tutti i siti web per rintracciare il filmato prima che diventi virale. Hanno individuato anche alcuni amici della ragazza e uno di loro avrebbe confessato di aver visto il video nel quale la 14enne compie atti sessuali con i suoi amici che si divertono a riprenderla. La vicenda ricorda quella di Tiziana Cantone, ma si spera in un epilogo differente: la ragazza di Mugnano si tolse la vita, impiccandosi nella sua abitazione, dopo che alcuni video fecero il giro del web. Aveva quasi trent’anni, ma non ha retto alla gogna virtuale. Ora la vittima è un’adolescente.

Come riportato dal Corriere della Sera, sono stati ascoltati alcuni compagni di scuola, ma c’è la massima omertà tra loro, quindi per alcuni sospettati potrebbe scattare il controllo dei cellulari. A quel punto, però, il video potrebbe essere stato già cancellato, obiettivo del resto degli inquirenti e dei genitori della ragazza. Nelle prossime ore verranno ascoltati altri ragazzi e ragazze alla presenza dei loro genitori per capire se si tratti di un caso isolato o di una tendenza scabrosa all’interno di quella scuola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori