CONCORSO POLIZIA 2017/ Bando 1148 agenti in Gazzetta Ufficiale: 893 posti riservati ai civili (ultime notizie)

- Silvana Palazzo

Concorso di Polizia 2017: bando per 1148 agenti pubblicato in Gazzetta Ufficiale: requisiti e prove d’esame, indicazioni ufficiali, le ultime notizie di oggi e gli aggiornamenti.

polizia_terrorismo_italia_allarme_bomba_lapresse_2017
Cinisello Balsamo, assalta passanti con coltello (LaPresse)

In queste ore c’è un enorme interesse verso il Concorso di Polizia di Stato che mette a disposizione complessivi 1148 posti da agente. Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e questo ha messo in moto gli interessati che stanno incominciando ad inviare domande per prendervi parte. Intanto incominciano ad arrivare anche le prime indiscrezioni sulle date in cui si potrebbero tenere i vari esami. Nello specifico la prova scritta (questionario con domande a risposte sintetiche o multiple su argomenti di cultura generale) si dovrebbe tenere tra il 24 luglio ed il 12 settembre presso la Fiera di Roma. Per superare la prima prova è necessario ottenere un punteggio quanto meno pari a 6/10. È importante precisare che i posti di agenti di polizia riservati ai civili sono 893 mentre gli altri 255 sono da assegnare a chi proviene da esperienze nelle forze armate segnatamente dall’esercito. (aggiornamento di Francesca Pasquale)

Il bando di Concorso 2017 per la Polizia di Stato è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il che ha messo in moto tutti gli interessati (si stimano in oltre 400 mila) che in queste ore stanno inondando i server statali con le proprie domande di partecipazione. Apprezzamenti sono arrivati dal sindacato Silp Cgil che per bocca del segretario Daniele Tissone ha fatto sapere: “Finalmente dopo tanti anni arriva un concorso pubblico per agenti di polizia, destinato in prevalenza a giovani provenienti dalla vita civile. La Silp Cgil ha lottato molto per l’uscita di concorsi che rispettassero la prerogativa principale della Polizia di Stato, quella cioè di essere un Corpo ad ordinamento civile. Senza contare che l’assenza di pubblici concorsi ha drasticamente ridotto la presenza femminile. Peraltro, data la cronica carenza di organico e l’elevata età media del personale oggi in servizio, queste ragazze e questi ragazzi saranno fondamentali per la nostra Amministrazione”. (aggiornamento di Francesca Pasquale)

La caccia alle informazioni sul Concorso di Polizia 2017 per 1148 allievi agenti è partita dopo la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale. Sono state precisate le fasi: è prevista una prova scritta d’esame, una di efficienza fisica, accertamenti psico-fisici e uno attitudinale. Per partecipare al concorso bisogna rispettare specifici requisiti e cioè avere la cittadinanza italiana, godere dei diritti civili e politici, avere diploma di scuola secondaria di I grado o equipollente, aver compiuto il 18esimo anno di età e non aver compiuto invece il 30esimo. Quest’ultimo limite è elevato fino ad un massimo di tre anni in base all’effettivo servizio militare prestato. Inoltre, bisogna possedere qualità morali e di condotta, idoneità fisica, psichica e attitudinale, che verrà appunto accertata con le prove.

Chi è stato espulso dalla Forze armate, dai Corpi militarmente organizzati, è stato destituito o licenziato da pubblici uffici, dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, o è decaduto dall’impiego, nonché chi ha riportato una condanna a pena detentiva per delitto non colposo, o sia stato sottoposto a misure di sicurezza o di prevenzione è automaticamente escluso dal concorso. Per visualizzare dettagliatamente i requisiti del concorso e tutte le relative informazioni, cliccate qui.

Dopo la pubblicazione del bando di Concorso di Polizia 2017 è grande la curiosità per la prova d’esame scritta. Consiste nella compilazione di un questionario, articolato in domande con risposte a scelta multipla. Come precisato nel bando, verte su argomenti di cultura generale, sulle materie previste dai programmi della scuola secondaria di primo grado e si pone anche l’obiettivo di accertare un sufficiente livello di conoscenza della lingua inglese o francese (a scelta del candidato), oltre che delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Il questionario è predisposto casualmente da un programma informatico che usa una banca dati di 6000 quesiti, che verrà pubblicata sul sito della Polizia di Stato almeno venti giorni prima che abbia inizio la prova scritta. I criteri di valutazione e di attribuzione del punteggio, oltre alla durata della prova, verranno stabiliti dalla commissione esaminatrice, che si avvarrà di un sistema informatico per la correzione. La prova scritta d’esame del Concorso di Polizia 2017 si intende superata se il candidato riporterà una  votazione  non inferiore a sei decimi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori