AUTOSTRADE / Bollettino traffico e viabilità: A14 muore un operaio (ultime notizie, oggi 3 maggio 2017)

- Matteo Fantozzi

Autostrade, bollettino traffico, situazione e info: Ultime notizie in tempo reale, oggi 3 maggio 2017 sulla viabilità. A14 morto operaio travolto da ruspa. Cantieri aperti nella notte.

traffico_autostrade_1_lapresse_2017
(LaPresse)

Si è purtroppo consumata una tragedia in autostrada nella giornata di ieri. Un uomo è morto sull’A14 travolto da una ruspa durante alcuni lavori. Ci troviamo all’altezza di Casalbordino tra i caselli di Vasto Nord e Val di Sangro. L’operaio di cinquantacinque anni era residente a San Salvo e l’incidente è stato considerato accidentale come riportato da PescaraPost.it. L’uomo era impegnato in un lavoro al bordo della carreggiata sulla vegetazione. Pare poi che l’uomo sia rimasto travolto a bordo di questa piccola ruspa che non avrebbe superato una pendenza molto ripida. Sicuramente sul posto sono accorsi i soccorsi stradali e anche l’ambulanza per constatarne il decesso. Una situazione tragica che lascia perplessi e che ovviamente ha portato delle complicazioni sull’autostrada in questione.

Sulle autostrade italiane nella notte ci sono state diverse situazioni legate al traffico e anche ai cantieri aperti per effettuare dei lavori. Il sito istituzionale, Autostrade.it, sottolinea diverse interessanti situazioni. Si parte dall’A3 Napoli-Salerno dove al chilometro 36.8 direzione Napoli troviamo chiuso il tratto tra Cava de’ Tirreni e Nocera Nord fino alle ore sei. L’entrata consigliata versa Napoli è Nocera Sud. Passando invece all’A1 Bologna-Roma troviamo due situazioni che potrebbero portare a delle code. Al chilometri 280.4 direzione Milano troviamo chiuso al traffico l’allacciamento bivio A1/A11 Firenze-Pisa nord mentre al chilometro 300.9 direzione Napoli rimarrà chiusa l’entrata Firenze e viene consigliata quella Firenze Impruneta. Staremo a vedere se nella giornata di oggi, mercoledì 3 maggio 2017, ci saranno altre situazioni complicate in questo senso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori