La sposa trans/ Video matrimonio, Alessia Cinquegrana e Michele: “ci sposeremo in una chiesa” (Pomeriggio 5)

- Niccolò Magnani

La sposa trans, video matrimonio di Alessia Cinquegrana e Michele Picone: il caso a Napoli, oggi ospiti a Pomeriggio 5 da Barbara D’Urso. “Vogliamo una figlia”, il caso a Le Iene

matrimoni civili Milano
Un matrimonio (repertorio LaPresse)

Alessia e Michele hanno raccontato in studio da Barbara d’Urso tutta la fatica del rapporto con i loro genitori: «stiamo insieme da 11 anni e fin dall’inizio i miei genitori non erano d’accordo per nulla, solo che mia madre si è ricreduta perché mi ha visto felice con Michele, mio padre no», spiega Alessia Cinquegrana, prima sposa trans d’Italia. Michele, suo neo sposo conferma tutto, «ad Aversa i miei genitori non hanno voluto venire per il matrimonio, anzi non li abbiamo proprio invitati visto che non condividono fin dall’inizio questo rapporto, sono troppo chiusi e non si aprono alle novità», racconta il giovane sposo dell’ex amico ora moglie trans. Ma le sorprese non finiscono, visto che Alessia annuncia in diretta a Pomeriggio: «ci sposeremo anche in una chiesa, un cappella della Chiesa Episcopale, visto che per la Chiesa Cattolica non possiamo sposarsi a livello religioso».

Saranno ospiti a Pomeriggio 5 Alessia Cinquegrana e Michele Picone, i protagonisti del primo matrimonio trans d’Italia: la sposa infatti è stata riconosciuta donna dallo stato, con tanto di cambio di genere sui documenti, anche senza essere passata dall’intervento chirurgico totale che avrebbe eliminato ogni sua parte “originaria” maschile. Il caso ha fatto molto discutere visto che in maniera del tutto normale e semplice sono state celebrate nozze con rito civile senza neanche l’utilizzo del registro per le Unioni Civili, visto che per lo stato Alessia è una donna a tutti gli effetti. Saranno ospiti di Barbara D’Urso tra pochi minuti e racconteranno la strana sensazione dopo questo matrimonio, le difficoltà avute in passato e il forte conflitto con la famiglia di Alessia, con il padre che da quanto sono sorti i primi amori con Michele – erano migliori amici da giovani – ha deciso di non rivolgere più la parola al figlio/figlia non presentandosi neanche al matrimonio di settimana scorsa. Per la nuova coppia di sposi ora l’obiettivo è un altro: «vogliamo adottare un figlio, magari una bambina, la voglio crescere come una principessa», ha spiegato Alessia Cinquegrana appena uscita dal matrimonio davanti alla folla di giornalisti curiosi.

Al primo matrimonio trans d’Italia c’erano anche le telecamere de Le Iene con Giulio Golia che ha seguito il caso fin dall’inizio: Alessia e Michele ora si dicono felici e in attesa di poter fare il bis a luglio nella festa con tanto di abito bianco al Castello La Sonrisa, regno del Boss delle Cerimonie. La sposta trans ha voluto spiegare come le scelte fatte da loro in questi ultimi tempi e anche in futuro – con la volontà di adottare un bambino, in quanto “semplici” coniugi appena sposati – non possono essere comprese da tutti: «Alcuni genitori capiranno, altri no. Io sono andata avanti lo stesso e ho vinto. Cercate di aprire il cuore e poi la mente», ha spiegato davanti a Le Iene Alessia Cinquegrana. Ha poi raccontato anche le fatiche passate tra la scuola e l’adolescenza da incubo per quel suo sentirsi “diversa”: «prima ero più fragile, avevo crisi di panico. Mi chiamavano ricc..ne – racconta Alessia -. La famiglia di mio padre si è messa proprio contro, mi ha detto che ero la vergogna di Aversa. Mi condannava prima il sangue e poi il popolo. Io mi sento femmina proprio. Cercate di aprire il cuore e poi la mente, fatevene una ragione, siamo nel 2017», ha spiegato a Golia la sposa trans. Clicca qui per il servizio video de Le Iene sul primo matrimonio trans d’Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori