ANNEGA 12ENNE IN AFFIDO/ Il padre naturale: “a me l’hanno tolta, dov’era la madre affidataria mentre moriva?”

- Silvana Palazzo

12enne data in affido annega, il padre naturale chiede giustizia: “Dov’era la madre affidataria?” Le ultime notizie sul caso della ragazzina morta nel mare di Campofelice di Roccella

carabinieri_incidente_lapresse_2017
Cuneo, accoltella madre e zia poi minaccia suicidio (LaPresse)
Pubblicità

Vuole giustizia il padre naturale della ragazzina di 12 anni morta il 30 aprile scorso annegando nel mare di Campofelice di Roccella. Non viveva da due anni con i genitori naturali e da dicembre era stata data in affidamento. I genitori naturali, che sono stati avvisati della disgrazia il giorno dopo, hanno rivisto la figlia in una bara bianca nella loro casa di Palermo. Non hanno potuto vederla in due anni, avevano solo dei contatti telefonici. E il procedimento che ha portato l’allontanamento potrebbe essere archiviato. Secondo una prima ricostruzione, la 12enne era in spiaggia con un gruppo di coetanei quando è annegata, mentre la donna a cui era stata affidata si trovava in una casa nelle vicinanze. La situazione è molto complicata: i genitori naturali della ragazzina stanno attraversando una doppia tragedia. Non hanno visto la figlia per due anni e se la sono ritrovata morta. Come se ciò non bastasse, nessuno delle autorità coinvolte li ha chiamati per avvisarli della morte e dare loro qualche spiegazione.

Pubblicità

La notizia sarebbe arrivata dai carabinieri. Lo ha rivelato l’avvocato Rosa Garofalo che rappresenta la famiglia della vittima: «In questa vicenda sono stati trattati veramente come gli ultimi della Terra e gli ultimi di Palermo». Il padre della 12enne, comprensibilmente sconvolto per quanto accaduto, ha rivelato per quale motivo la figlia era stata allontanata: due anni fa aveva raccontato ad un’amica di aver fatto sesso con il fratello; la compagna lo ha riferito alla maestra, che ha allertato gli assistenti sociali. Dopo l’interrogatorio le è stata tolta sua figlia. «Una donna adesso l’ha avuta in affidamento a Campofelice di Roccella. Ha portato mia figlia a Roma e abbiamo saputo che domenica è andata a mare. Dove era questa persona quando mia figlia è morta? Voglio giustizia. A me non me l’hanno voluta dare e me l’hanno fatta morire», ha dichiarato il padre della 12enne, come riportato dal Corriere della Sera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori