BLUE WHALE/ Suicidarsi per gioco, il volo di una 15enne per 14 piani: “il senso è perduto… fine”

- Morgan K. Barraco

Blue Whale, il gioco online che ha portato al suicidio centinaia di adolescenti in diversi Paesi in tutto il mondo: la sfida mortale dura 50 giorni e termina con la morte

suicidio_ragazza_russa_web_2017
La ragazza russa che si è suicidata vittima della Blue Whale
Pubblicità

Una ragazza si uccide accettando una sfida in un gioco su internet, il Blue Whale: detta così potrebbe sembrare la trama di un film, ma in realtà è la storia della 15enne russa Yulia Konstantinova. Si è lanciata da un palazzo di 14 piani dopo aver pubblicato sui social una balena azzurra, apparentemente innocua, ma a cui era abbinata la parola “la fine”. Un messaggio non troppo criptico, ma che non ha salvato la vita alla giovanissima. Il suo caso ha inoltre fatto luce su altri suicidi, che riguardano 130 ragazzi, morti quasi tutti di propria volontà. Una situazione allarmante, che ha portato le autorità a puntare i riflettori su quella che in Russia è ormai diventata una vera e propria moda. Non si tratta tuttavia di casi isolati al solo Paese: altri ragazzi hanno seguito lo stesso gioco in Spagna, Brasile, Cile, Gran Bretagna e Colombia. Un quadro raccapricciante, soprattutto perché risulta inspiegabile agli occhi dell’opinione pubblica comprendere come mai dei ragazzi possano accettare di intraprendere sfide estreme. Si tratta spesso, sottolinea Il Messaggero, di ragazzi soli e depressi che cercano gratificazione e che sono più esposti ai rischi rispetto agli altri. 

Pubblicità

Un gioco macabro, quello che ha portato alla morte della 15enne russa, ma anche un fenomeno che esiste da diversi decenni. Non è la prima volta, infatti, che negli anni alcuni amministratori di siti diano inizio a sfide che prevedono sacrifici, a volte blandi, a volte estremi come nel caso del suicidio. Fra le azioni più pericolose, ricorda la testata nazionale, c’è infatti l’attraversare i binari ferroviari o anche incidersi sulla propria pelle la sagoma di una balena. E non bisogna andare nemmeno troppo in là con la memoria per trovare tracce del Blue Whale, il gioco che è finito in questi mesi nel mirino degli inquirenti russi. La sfida dura 50 giorni, al termine dei quali rimane solo l’ultima sfida da affrontare e che prevede di saltare dall’edificio più alto che si trova. E’ quanto è successo anche alla 16enne Veronika Volkova, trovata morta in un condominio. Anche in questo caso la giovane ha inviato il suo ultimo messaggio sui social: “Il senso è perduto… Fine”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori