Beve vodka al metanolo e resta cieca / Grecia, turista 22enne: “State lontani dai cocktail a basso costo”

- Emanuela Longo

Beve vodka al metanolo e resta cieca: la storia di Hannah, 22enne britannica in vacanza in Grecia. Quei cocktail a basso costo che le hanno rovinato la vita.

cocktail_vodka_pixabay_01
Cocktail, immagine Pixabay

Brutta avventura per una giovane 22enne britannica, Hannah Powell, in vacanza in Grecia: la vacanza a Zante si è trasformata in un vero e proprio incubo con conseguenze gravissime per la sua salute. La causa è da addebitare alla vodka al metanolo che le ha procurato la perdita della vista ed altri problemi di salute tra cui un’insufficienza renale. A riportare la sua odissea è Il Messaggero, che ripercorre quanto accaduto alla sventurata turista 22enne che ora lotta contro vari problemi sopraggiunti dopo aver bevuto alcuni cocktail a basso costo con l’aggiunta di metanolo. L’incubo ha avuto inizio dopo la sua vacanza in Grecia avvenuta la scorsa estate, in agosto, organizzata insieme ad un gruppo di amici. Hannah avrebbe dovuto ricordare con gioia quei momenti, trasformatisi in un vero e proprio dramma dalla sera in cui decise di andare a bere in un locale di Laganas. Otto bicchieri di vodka che le cambiarono per sempre la vita. Dopo essere tornata in albergo, la 22enne non registrò alcun malessere particolare, fino al suo risveglio: “Mi sono svegliata e vedevo tutto nero intorno a me. Ho chiesto ai miei amici di aprire le tende, ma loro mi hanno detto che la stanza era inondata di luce. Sono caduta in ginocchio. Ero cieca. È stato devastante”, ha raccontato la giovane al Sun.

La giovane fu prontamente ricoverata presso una struttura ospedaliera di Patrasso, nel Peloponneso, dove i sanitari riscontrarono sin dal suo arrivo in ospedale la quasi totale cecità della ragazza: “Aveva una avvelenamento da metanolo, ma i suoi problemi erano molto più gravi”, ha commentato uno dei medici che l’ha soccorsa. La vodka mista al metanolo, oltre alla perdita della vista ha provocato nella giovane Hannah anche una grave insufficienza renale che l’avrebbe portata alla dialisi a vita se non fosse stato per sua madre. Volata in Grecia la donna ha donato il suo rene alla figlia, salvandola così da anni di dialisi: “In qualche modo mi ha restituito parte della vita che avevo in precedenza”. Oggi Hannah ha tanta rabbia dentro: “Odio chi ha distrutto la mia vita mettendo metanolo in quella bevanda”. Alla luce della sua esperienza drammatica, la 22enne consiglia ai giovani in vacanza di stare lontani dai cocktail a basso costo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori