Maria Chindamo/ Possibile collegamento con la scomparsa di Vincenzo Freiland: l’83enne scomodo testimone?

- Emanuela Longo

Maria Chindamo, ultime news: dietro la scomparsa dell’imprenditrice una donna legata alla vita sentimentale del marito suicida? Le indiscrezioni sul giallo.

mariachindamo_chilhavisto_2017
Maria Chindamo, ultime notizie

L’incredibile giallo di Maria Chindamo prosegue lasciando inquirenti e cittadini interdetti, così come gli stessi familiari che non riescono a spiegarsi quale folle motivazione potrebbe esserci dietro la sparizione della 44enne. Una fine, la sua, che potrebbe essere in qualche modo collegata ad un’altra misteriosa scomparsa, quella del compaesano Vincenzo Freiland, 83enne di Laureana di Borrello del quale non si hanno più notizie dallo scorso 16 ottobre, ovvero poco più di cinque mesi dopo l’inizio del giallo di Maria. Tante le ipotesi in merito ai due casi i quali potrebbero essere realmente collegati. A domandarsi sul possibile legame è stata anche la trasmissione Chi l’ha visto che ha posto l’accento sull’uomo chiedendosi se per caso possa essere stato uno scomodo testimone, al punto da dover sparire esattamente come accaduto per la Chindamo. E’ possibile che l’anziano abbia potuto assistere all’occultamento del corpo dell’imprenditrice. La tesi è stata rilanciata anche dopo una lettera inviata al programma Rai e contenente la copia di un articolo di giornale che trattava proprio della scomparsa misteriosa di Freiland avvenuta dal medesimo paese dal quale si sono perse le tracce della 44enne.

E’ un mistero senza fine la scomparsa di Maria Chindamo, avvenuta da Laureana di Borrello, in provincia di Reggio Calabria, poco più di un anno fa. Il 6 maggio 2016, a quasi un anno dal suicidio del marito, Ferdinando Punturiero, la donna, imprenditrice agricola 44enne, fa misteriosamente perdere le sue tracce. Un presunto appuntamento di lavoro fissato per le prime ore del giorno – fatto di per sé già insolito, come confermato dal fratello – si sarebbe trasformato in violenta aggressione e, si presume, in successivo sequestro.

Oggi ormai, inquirenti e familiari della donna stentano a credere che Maria possa essere ancora viva ed infatti le ricerche che sono state eseguite qualche settimana fa hanno riguardato nello specifico proprio il corpo della 44enne. Il fratello Vincenzo Chindamo, nel frattempo, non si arrende e continua a fare ipotesi e congetture ed a lanciare appelli ai media affinché, chi crede di sapere qualcosa sulla misteriosa scomparsa di Maria, possa decidersi a parlare.

“L’unico fatto importante che è successo nella vita di Maria è l’allontanamento dal marito ed il suicidio di Nando”, ha commentato il fratello nell’ultima puntata di Quarto Grado. “Che a qualcuno possa aver dato tanto fastidio da scatenare questa rabbia incredibile?”, si domanda oggi il fratello della donna scomparsa. Una domanda che si rincorre da mesi, anche alla luce delle strane coincidenze temporali nelle quali si colloca la sparizione di Maria Chindamo. Ma chi avrebbe architettato il suo sequestro e, probabilmente, il suo omicidio? A questa domanda neppure Vincenzo sa trovare una risposta.

Eppure, neppure gli inquirenti si discostano di tanto dal possibile movente del giallo, quasi presumibilmente di natura passionale, quindi legato alla vita privata di Maria Chindamo e del marito Ferdinando. L’uomo decise di togliersi la vita pur di sopportare la fine del suo matrimonio, la richiesta di separazione di Maria ed il fatto che la donna si fosse innamorata di un altro uomo. Eppure, su questo sfondo di intrighi passionali, sarebbero spuntate alcune indiscrezioni: anche Nando avrebbe avuto alcune relazioni extraconiugali, anche quando il matrimonio sembrava non fosse ancora in piena crisi.

A confermare le ultime voci e che potrebbero provare la strada finora seguita, quella dell’omicidio passionale, è stato l’avvocato Giovanna Cucumano, legale della famiglia di Maria Chindamo. Alla trasmissione Quarto Grado ha commentato: “Ci sono giunte delle segnalazioni relative alla possibilità che il signor Punturiero già durante il matrimonio intrattenesse relazioni sentimentali in senso lato con altre donne”. Se confermate, queste voci aggiungerebbero un tassello importante all’intero giallo della scomparsa di Maria Chindamo. E’ possibile che altre donne entrate nella vita di Nano possano avere a che fare, anche in modo indiretto, nella doppia tragedia che ha travolto questa famiglia, rendendo i loro figli orfani?

Le telecamere della trasmissione di Rete 4 hanno provato a sentire una di queste donne, che però ha smentito una relazione con Ferdinando. Caso vuole che la stessa donna lavori nel locale in cui, nel 2009, si tenne il rinfresco per il matrimonio del fratello di Maria Chindamo. E’ possibile che proprio in quel contesto sia nata una relazione parallela? Il dubbio che il movente possa nascondersi proprio nella folle gelosia non viene ancora del tutto escluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori